Sei un evasore fiscale? L’Agenzia delle Entrate ha un elenco di priorità. E tu difficilmente sei in quella lista

Continua la battaglia contro l’evasione fiscale da parte del Governo. A breve infatti si potrebbe decidere di creare una di lista nera per riuscire a trovare gli evasori.

evasione fiscale

Il denaro non fa la felicità, ma sicuramente aiuta a risolvere dei problemi, dalla spesa settimanale, alle bollette da pagare. Inoltre, nell’ultimo periodo l’impatto della pandemia sull’economia ha causato un forte aumento dello stato d’incertezza e così in molti si sono dati al risparmio. Sono però i soldi depositati sul conto corrente che rischiano di attirare l’attenzione di un controllo fiscale. Un esempio calzante è la patrimoniale, che prima o poi probabilmente tornerà in auge. Ci sono però delle importanti novità per quanto riguarda la lotta conto l’evasione fiscale.

Leggi anche: 287 euro ogni mese, e la tredicesima: come ottenere l’assegno dell’INPS se hai problemi cardiaci

La novità è che il Governo italiano potrebbe accedere a una sorta di lista nera, grazie a cui sarebbe più facile trovare gli evasori. Questa manovra viene in realtà dalla Germania. Infatti l’Italia ha chiesto alla Germania, mediante l’Agenzia delle Entrate, i dati di alcuni cittadini italiani. Questi dati sarebbero relativi alle persone che hanno un patrimonio negli Emirati Arabi, soprattutto a Dubai. Dunque la caccia gli evasori passa dalla Germania per poi arrivare a Dubai. E’ così che il fisco ha intenzione di mettere in difficoltà gli evasori, e sembra che la richiesta dei dati sia già stata inoltrata.

Leggi anche: Le 7 patologie che ti danno diritto ad un assegno mensile da parte dell’INPS

La lista di Dubai, come funziona

Ad attivare la procedura per questa nuova lista nera sarà l’Agenzia delle Entrate, che potrebbe ricevere il supporto della Guardia di Finanza. Quest’ultima infatti avrebbe già scoperto 3.500 evasori fiscali e avanzato delle proposte di sequestro di 4,4 miliardi di euro solo per l’anno 2020. La Germania si è mossa per prima e ha acquistato un compact disc da 2 milioni di euro, contenente una lista infinita di nomi di persone che hanno un patrimonio negli Emirati. Così ora l’Italia sta valutando la possibilità di visionare i dati inerenti i cittadini italiani con un patrimonio negli Emirati Arabi, per individuare più facilmente i sospettati di evasione.