Soldi restituiti in caso di ritardi durante il viaggio? Autostrade per l’Italia non sta mantenendo le promesse

Durante l’estate aumentano i disagi per gli automobilisti, spesso bloccati in autostrada a causa di rallentamenti. Per questo è stato lanciato l’indennizzo per il traffico, ma sembra non stia funzionando.

pedaggi autostrade

Durante l’estate ci sono molti disagi che creano code chilometriche, imprigionando gli automobilisti e causando ingenti ritardi. Proprio per risolvere il problema, Assoutenti aveva presentato all’Autorità per la Regolazione dei Trasporti e alla Commissione Trasporti, una richiesta affinché fossero introdotti degli indennizzi. La richiesta era che nel caso in cui gli automobilisti fossero rimasti bloccati a causa dei ritardi in autostrada, con un chiaro danno morale e materiale, sarebbero stati risarciti. Infatti, gli autisti pagano già dei salati pedaggi per attraversare queste strade. Si sarebbe dunque dovuto risarcire il pedaggio, in aggiunta a un indennizzo per il danno morale subito.

Leggi anche: Non rispondi ad un sms e addio Reddito di Cittadinanza: ecco come vogliono cambiarlo

Nonostante sia stata già inflitta una multa di 5 milioni a marzo, pare che le Autostrade d’Italia non stiano affatto rimborsando i pedaggi. Nonostante ciò le code ci sono e sono tantissimi gli automobilisti che hanno perso molto tempo a causa di lavori straordinari. Lo ha denunciato proprio Assoutenti, chiedendo che fine aveva fatto il Cashback di risarcimento per i pedaggi. Nonostante siano state confermate totali esenzioni per quelle autostrade interessate dai lavori, non c’è alcuna traccia di questi rimborsi.

Leggi anche: Dal 1 settembre non potrai più comunicare con l’INPS con il tuo pin. E dovrai farti aiutare, all’inizio

A quanto ammontano i risarcimenti?

Non sono pochi i cantieri sulle autostrade italiane, un esempio ne è il nodo di Genova, così trafficato in estate. Si tratta di una delle strade più cantierate d’Italia e anche qui non c’è stato alcun rimborso. La mancata riduzione del pedaggio, a causa dei lavori, è pari a un valore di ben 130mila euro al giorno. Per fare un rapido calcolo basta moltiplicare i cantieri aperti lungo le autostrade gestite da Aspi. Si parla dunque di mancati rimborsi con cifre da capogiro. Nel frattempo la mancanza del Cashback dei pedaggi continua a danneggiare gli automobilisti che hanno deciso, questa estate, di utilizzare la rete stradale.