23 agosto il via al bonus tv, ma attenzione al pagamento del canone Rai

Dal 23 agosto è il momento giusto per comprare un nuovo televisione. Riparte il nuovo bonus tv. Ecco come funziona e cosa fare per ottenerlo.

Passaggio televisione digitale

Da lunedì 23 agosto sarà possibile richiedere la nuova versione del bonus tv. Si tratta di una manovra utile per chi vorrà acquistare un nuovo televisore, che avrà integrato il sistema di ricezione del digitale terrestre. Il Ministero dello Sviluppo economico ha previsto ben 250 milioni di euro per questo finanziamento, ma ha già annunciato che potrebbero essere introdotte ulteriori proroghe o risorse. Il bonus verrà riservato solo a chi rottama un televisore vecchio.

Leggi anche: Le regole fondamentali per tenere le tue spese sotto controllo

La cosa interessante è che per accedere a questo bonus non c’è bisogno di mostrare l’Isee. La misura, non è dunque destinata solo a chi ha un reddito basso, ma a tutti. Inoltre, lo sconto risulta cumulabile con il precedente incentivo, infatti il bonus tv precedente rimane tutt’ora in vigore. Un altro requisito importante è però quello di essere in regola con il pagamento del canone Rai, altrimenti non si potrà usufruire del bonus.

Leggi anche: Guasto della caldaia nell’appartamento in affitto, a chi spetta il costo della riparazione?

Come funziona il bonus tv

Il nuovo bonus tv consiste in uno sconto del 20% calcolato sul prezzo d’acquisto della nuova tv, ma il finanziamento copre un massimo di 100 euro. Per accedere bisogna rottamare la vecchia tv, che deve essere stata acquistata prima del 22 dicembre 2018, e non deve risultare idonea alla ricezione dei nuovi standard del digitale terrestre. Questo bonus è utilizzabile una sola volta, per l’acquisto di un unico televisore. Per ottenerlo si può portare il vecchio televisore direttamente al negozio dove si vuole acquistare quello nuovo. Sarà il venditore ad applicare direttamente lo sconto. In alternativa, si può portare il vecchio televisore in una discarica autorizzata. Si dovrà poi compilare un modulo con i propri dati anagrafici, quelli del rivenditore e trascrivere il modello del televisore rottamato.