Rimborsi e quattordicesima, la pensione INPS diventa più pesante

I rimborsi del 730 e la quattordicesima potranno vedere aumentati i loro importi. Ecco le scadenze. 

Buone notizie per chi attende la pensione Inps di settembre. Infatti, gli assegni potrebbero essere più alti per alcune categorie di lavoratori. Un’altra buona notizia riguarda le date di arrivo dei rimborsi. Intorno al 20 di agosto saranno a disposizione i cedolini della pensione. I contribuenti potranno così controllare l’importo che sarà loro erogato dall’Istituto di previdenza sociale. Anche per la pensione di settembre i pagamenti sono stati anticipati ai giorni finali di agosto, a partire dal 26 di questo mese.

Leggi anche: Aiuti durante la pandemia, ora il Fisco presenta il conto: istruttorie e controlli per tutti

L’anticipo del pagamento si spiega con la necessità di scaglionare il ritiro per evitare affollamenti alle Poste, nel rispetto delle normative anti Coronavirus. Il 26 agosto, dunque, i cittadini il cui cognome ha l’iniziale A o B possono recarsi al ritiro. Seguono il 27 agosto i cognomi che iniziano per C o D; il 28 agosto i cognomi che iniziano con E, F, G, H, I, J o K; il 30 agosto i cognomi che iniziano per L, M, N o O; il 31 agosto i cognomi che iniziano con P,Q o R; il 1 settembre le ultime lettere dell’alfabeto. Le pensioni accreditate sul conto corrente, invece, verranno inviate automaticamente a tutti i cittadini a cui spettano il 1° settembre.

Leggi anche: Mobili ed elettrodomestici pagati la metà, come puoi usare il bonus per la casa 2021

Gli importi

Importi più alti saranno ricevuti da chi attende il rimborso del 730. Chi ha presentato la propria dichiarazione dei redditi a giugno o a maggio vedrà arrivare i rimborsi a settembre. Anche per quanto riguarda le trattenute in caso del conguaglio a debito del contribuente, si può optare per la rateazione degli importi a debito che dovrà concludersi entro il mese di novembre. Anche chi attende la quattordicesima, destinata ai pensionati di almeno 64 anni che hanno un reddito complessivo fino a un massimo di 1,5 volte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti fino al 2016 e fino a 2 volte il trattamento minimo annuo del Fondo lavoratori dipendenti dal 2017, la vedrà nei mesi di luglio o dicembre, a seconda della data di nascita del contribuente. Tuttavia, l’assegno di luglio potrebbe saltare e la quattordicesima arriverà a settembre, quando arriveranno i nuovi cedolini.