Portafoglio trovato, il proprietario è obbligato a riconoscerti una somma

Cosa accade se si trova un portafoglio o un bene prezioso? C’è l’obbligo di legge per portarlo al comune, ma anche il diritto a chiedere una percentuale.

portafoglio (foto Adobestock)
portafoglio (foto Adobestock)

Può capitare a chiunque di trovare un portafoglio per strada, su un mezzo pubblico o in qualsiasi luogo. Dunque chi trova denaro o oggetti preziosi può essere ricompensato dal proprietario del bene, sempre che il valore sia quantificabile e che quest’ultimo venga ritrovato. La ricompensa varia in base alla percentuale del valore del bene.

La ricerca del legittimo proprietario non è a carico di chi ha ritrovato il bene, ma spetta all’autorità. Una volta consegnato il portafoglio ad un dipendente del comune, dove è sempre presente un ufficio oggetti smarriti, è dovere della pubblica autorità di ritrovare il legittimo proprietario. Al contrario, nel caso in cui l’oggetto sia stata  volontariamente abbandonato, vale la regola che chi lo trova ne diventa titolare.

Quanto spetta di ricompensa a chi trova un portafoglio

portafoglio (foto Adobestock)
portafoglio (foto Adobestock)

Secondo la legge, chiunque ritrovi un portafoglio o un oggetto di valore smarrito, deve cercare di restituirlo al legittimo proprietario, ove fosse possibile ricavarne l’identità. Quindi se esiste una possibilità di rinvenirne le generalità, il ritrovatore può aprire il contenuto per capire a chi appartenga. Ad esempio, è possibile aprire il portafoglio per cercare un documento di riconoscimento con la via di residenza o un numero di telefono. Nel caso venga rintracciato, il titolare dovrà corrispondere il 10% del valore contenuto nel portafoglio.

LEGGI ANCHE: Piccoli interventi di riparazione, anche questi possono essere coperti con il superbonus al 110% ha detto l’Agenzia delle Entrate

Nel caso in cui non ci siano tracce del legittimo proprietario sarà obbligatorio portare tutto all’ufficio oggetti smarriti del comune o, dove non ci fosse, nelle mani di un dipendente indicato dal sindaco. Ovviamente sarà necessario redigere un verbale o un documento che attesti la consegna e le modalità di ritrovamento.

Ma cosa accade se non viene consegnato né al proprietario né al comune? Chi non compie questi adempimenti, commette anche un reato. Infatti è vietato appropriarsi di denaro o di cose smarrite senza rispettare gli obblighi. Si tratta di un illecito penale anche prendere tutti i soldi dal portafoglio e consegnarlo vuoto al comune, oppure trattenere arbitrariamente una parte del denaro. Un volta consegnato al comune c’è un anno di attesa dopo la pubblicazione sull’albo pretorio. Nel caso in cui nessuno si presenti l’oggetto appartiene a chi l’ha trovato.

LEGGI ANCHE: Pizza al ristorante, arriva la Polizia: la multa è di 1400 euro

Nel caso in cui il proprietario salti fuori, sarà possibile esigere un premio che ammonta a un decimo della somma. Nel caso in cui il valore superi i 5,16 euro sarà possibile chiedene un ventesimo.