La differenza si sente: ecco le 10 migliori marche di pasta che trovi facilmente al supermercato

Chi, in fondo, non ama la pasta? Ecco una classifica delle 10 migliori marche da acquistare al supermercato! 

Gli italiani, si sa, sono il popolo della pasta. In commercio ce ne sono tantissimi tipi e marche, ma quale scegliere? Riprendiamo qui la classifica di Scatti di gusto.it che ha stilato un elenco dei tipi di marca di pasta migliori in commercio.

Leggi anche: Dieta e risparmio, come fare le due cose insieme

Al primo posto ci sono gli spaghetti De Cecco, adatti per la pasta e vongole. Il Gruppo De Cecco è un’azienda italiana attiva nel settore alimentare e si occupa di produrre paste alimentari secche, olio extravergine di oliva, sughi pronti e derivati del pomodoro. Fondata nel 1886 a Fara San Martino da Filippo De Cecco, lì mantiene tutt’oggi lo stabilimento e la sua sede legale. Nel 2018, il fatturato dell’azienda è arrivato vicino ai 500 milioni di euro. Il grano impiegato è italiano, di provenienza europea e extraeuropea, macinato nel molino di proprietà accanto al pastificio. Seguono gli spaghettoni monograno Felicetti. L’azienda è stata fondata nel 1908 e la sua sede principale è a Predazzo, in Trentino. Il fatturato è stato superiore ai 35 milioni nel 2019, con una quota di esportazione del 70%. Gli spaghettoni di grano duro italiano sono utilizzate per tutte le 4 linee prodotte dal pastificio, tranne quella al Kamut.

Leggi anche: Ispezioni in casa della Guardia di Finanza, cosa devi sapere

Al terzo posto, ci sono gli Spaghettoni Garofalo XXL. Il pastificio di Gragnano, in Campania, sorgeva nel 1920 ed ha avuto un fatturato di 160 milioni di euro nel 2018. Gli spaghettoni sono lavorati con semola ricavata dalla macinazione di grani americani, australiani e italiani. Al quarto posto della classifica troviamo i Fusillotti Rummo. Il pastificio, del 1846, ha sede a Benevento, in Campania e ha avuto un fatturato 98,8 milioni nel 2019, con una quota esportazione del 35%. Il grano impiegato è italianissimo. Al quinto posto, i Paccheri Di Martino, un tipo di pasta utilizzatissimo nelle ricette italiane, fatta con grano italiano acquistato da piccoli produttori in Puglia, Molise e Campania.

Proseguiamo la nostra scalata nel mondo della pasta con i Rigatoni Alce Nero, i Maccheroni La Molisana, e la Pasta Mista De Cecco rispettivamente al sesto, settimo ed ottavo postto. L’Alce nero è un marchio bolognese che agisce in stile bio. Di formati ce ne sono diversi, tutti con grani duri coltivati in Italia. Il pastificio La molisana ha fatturato oltre 105 milioni di euro nel 2018. Utilizza solo grano italiano proveniente dalle coltivazioni in Puglia, Abruzzo, Molise, Marche e Lazio. Anche De Cecco non ha bisogno di presentazioni: la sua pasta è davvero ottima.

Infine, chiudono la classifica , al nono e decimo posto, gli Scialatielli Rummo e le Penne lisce Voiello Aureo. I primi sono sicuramente molto conosciuti, del resto lo scialatiello è un formato di pasta conosciutissimo ed utilizzato specie in Campania. Dal 1973 Voiello è un marchio Barilla, che ha chiuso il 2018 con un fatturato di 3,48 miliardi. Il Grano impiegato è il grano “aureo”, italiano al 100 per cento coltivato Campania, Puglia, Abruzzo e Molise.