Risparmiare nella pulizia degli abiti, ecco come usare la liscivia di cenere al posto dei detersivi

C’è un modo per fare in casa la lisciva e utilizzarla con efficacia al posto del detersivo per la lavatrice: un ottimo modo naturale per risparmiare.

detersivi (foto Adobestock)
detersivi (foto Adobestock)

La lisciva è un detersivo naturale utilizzato da secoli per lavare i pani e per mantenere la pulizia e il procedimento per crearle non è così complesso. Per poter procedere alla sua fabbricazione serve però un caminetto o una tufa a legna, ma va ricordato che la cenere può essere utilizzata anche per la concimazione dell’orto. Oggi però la lisciva è un ottimo detersivo ecologico, dal basso impatto ambientale, un aspetto che oramai coglie la sensibilità di molti, visto che permette di non inquinare le falda acquifere facendo risparmiare anche molti soldi.

La lisciva è una soluzione liquida ottenuta trattando con acqua bollente la cenere di legna. Nella cenere sono presenti, tra le altre sostanze, il carbonato di sodio e il carbonato di potassio, entrambi elementi con un notevole effetto sgrassante. Per la preparazione classica serve una parte di cenere di legna e 5 parti di acqua. In questo casi si parla di volumi e non di peso e per calcolarli basta un bicchiere da cucina: un bicchiere di cenere e cinque di acqua.

Lisciva, come preparare questo detersivo naturale

detersivi (foto Adobestock)
detersivi (foto Adobestock)

LEGGI ANCHE: Passaggio di proprietà dell’auto, così puoi risparmiare 100 euro

La prima cosa da fare è setacciare la cenere da legna con un vecchio colino o uno scolapasta, così da ottenere una polvere molti fine e senza carbone o parti incenerite. Una volta setacciata, la cenere va messa in pentola, ma che non sia di alluminio. A questo punto si aggiunge l’acqua, portandola a ebollizione a fuoco lento e mescolando in continuazione. Una volta raggiunta l’ebollizione la fiamma va abbassata, continuando la cottura per circa due ore, ricordandosi di mescolare occasionalmente.

LEGGI ANCHE: Pensione minima, perchè potresti non averla mai

Una volta completata questa fase il composto va fatto riposare per 24 ore. Il giorno dopo la cenere sarà depositata sul fondo, formando uno strato spesso, mentre l’acqua si sarà trasformata in lisciva, con un colore dorato. Prima di utilizzarla però va filtrata utilizzando un colino a maglia fine o un tessuto di cotone. Dopo di che va fatta decantare e quando sarà totalmente trasparente sarà possibile utilizzarla.