Perquisizione domiciliare, quando Polizia e Carabinieri possono davvero farlo

L’abitazione di una persona è una delle cose più tutelate dalla Costituzione italiana. Per questo anche le forze dell’ordine non possono accedervi liberamente.

perquisizioni

In moltissimi film abbiamo visto come per fare perquisizioni o controlli in casa di qualcuno, i membri delle forze dell’ordine italiane devono avere un mandato. Questo perché la Costituzione tutela la privacy di un privato cittadino all’interno della propria abitazione come poche altre cose, e anche le forze dell’ordine hanno non poche difficoltà ad accedervi. Ci sono delle procedure burocratiche da rispettare e la motivazione deve essere più che valida, altrimenti non viene dato alcun permesso. La stessa Costituzione dice come e in quali casi la tutela del domicilio dei cittadini può essere messa da parte per far spazio ad altre questioni. Ecco perché esistono regolamenti che permettono alle forze dell’ordine di eseguire delle ispezioni e perquisizioni in casa nonostante tutto.

Leggi anche: Analisi del sangue senza prenotazione e senza spendere un euro: puoi farlo oggi stesso

Per perquisizione, che sia personale o locale, si intende l’attività di ricerca di una cosa da assicurare per un procedimento o di una persona da arrestare. La perquisizione personale è disposta quando vi è un fondato motivo di ritenere che una persona abbia su di se il corpo del reato o cose pertinenti al reato. La perquisizione locale invece è disposta qualora vi sia un fondato motivo di ritenere che quelle stesse cose siano in un determinato luogo, oppure che in esso possa eseguirsi l’arresto del colpevole del reato. La perquisizione, come l’ispezione, che invece è l’attività di ricerca di prove, può essere disposto solamente da un’autorità giudiziaria (giudice procedente o pubblico ministero), che può procedere personalmente tramite gli ufficiali di polizia giudiziaria.

Leggi anche: Assicurazione sulla salute, quanto costa e perché conviene farla

perquisizioni

Anche i Carabinieri possono eseguire delle perquisizioni. Regolarmente hanno bisogno anche loro del mandato emesso dall’autorità giudiziaria, ma ci sono casi ben specificati dalla legge in cui i le forze dell’ordine possono eseguire perquisizioni di propria iniziativa. Si tratta di perquisizioni eseguite in flagranza di reato o in caso di urgenza. Queste si verificano da una parte in caso di fuga del colpevole di reato, spesso in caso di evasione, dall’altra quando occorre eseguire un’ordinanza che dispone la custodia cautelare o di carcerazione. In questi casi i Carabinieri e la polizia giudiziaria possono eseguire perquisizioni senza l’apposito mandato.