Ecobonus per le auto, ma farle camminare sta diventando sempre più costoso: i rincari del carburante sono da incubo

La verde in modalità self raggiunge il prezzo più alto da ottobre 2014. Le associazioni dei consumatori denunciano rincari di oltre il 20% in un anno.

Altro che ecobonus per le auto usate. Possedere un veicolo sta diventando sempre più caro, soprattutto a causa dell’impennata del costo dei carburanti. L’aumento non si arresta e, come rilevato dal ministero della Transizione ecologica, la benzina in modalità self ha toccato il costo di 1,676 euro per litro, aumentando di ulteriori 5,7 centesimi rispetto alla settimana precedente. Si tratta del costo più alto da ottobre 2014 ad oggi, quindi da ben 7 anni non si vedevano prezzi del genere. Non va certo meglio poi per il diesel, che invece ha raggiunto una media nazionale di 1,523 euro, con un rincaro di 6,8 centesimi rispetto a sette giorni fa.

Non bastasse questo e l’annunciato aumento delle bollette per gas ed elettricità – con quest’ultimo che porterà un aumento anche per le auto elettriche – arriva un ulteriore batosta per chi ha necessità di utilizzare una quattro ruote. Dal 1° novembre infatti scatta anche l’aumento per la tariffa sulla revisione dei veicoli a motore, che passa da 45 a 54,95 euro, salendo del ben 22%. Il decreto è stato pubblicato venerdì in Gazzetta ufficiale.

Stangata carburanti: rincari annuali tra i 344 e i 310 euro

benzina
Effettuare un rifornimento di carburante inizia a costare tanto

LEGGI ANCHE: Sospensione delle cartelle esattoriali e rateizzazioni del debito, perché è fondamentale la data del 30 settembre

Massimiliano Dona, presidente dell’Unione nazionale consumatori, ha polemicamente dichiarato che il governo ha pensato bene di aumentare la revisione, gravando ulteriormente su una categoria, quella degli automobilisti, già tartassata. Certo l’aumento della benzina peserà molto sulle tasche degli italiani, visto che non raggiungeva quota 1,676 euro dal 27 ottobre 2014, quando toccò 1,681 euro per la verde e 1,523 per il diesel. Dall’inizio del 2021 un pieno da 50 litri è aumentato di 11 euro e 74 centesimi per la benzina e di 10 euro e 22 centesimi per il gasolio, quindi del 16,3% e del 15,5%.

LEGGI ANCHE: Guadagnare e risparmiare, 7 buoni consigli da attuare il prima possibile nella tua vita

Questo significa che su base annua il costo è salito di 282 euro per chi ha una macchina a verde e 245 per chi invece ne possiede una a gasolio. Ma ricalcolando tutto partendo da un anno fa, il 28 settembre, la situazione è ancora tragica. La benzina era pari a 1.390 euro al litro e il gasolio a 1.265 euro al litro, un pieno da 50 litri costa 14 euro e 34 cent in più per la benzina e 12 euro e 93 cent in più per il gasolio, con un incremento, rispettivamente, del 20,6% e del 20,4%. Un rialzo che equivale, su base annua, a una stangata pari a 344 euro all’anno per la benzina e a 310 euro per il gasolio