Mattarella cerca casa e compare sul pianerottolo con la figlia, a Roma: 120 metri quadri vanno bene. Ecco quanto potrebbe costargli

Il presidente Mattarella non starebbe pensando al rinnovo della carica: si è presentato a Roma per vedere un appartamento da prendere in affitto.

Mattarella (Foto Getty Images)
Mattarella (Foto Getty Images)

La scena è stata di sicuro effetto: l’inquilina dell’appartamento, una ragazza, ha aperto la porta rimanendo letteralmente esterrefatta di fronte alla prima carica dello stato, che si è presentato per visionare la casa. Naturalmente la padrona di casa non l’aveva avvertita e la prima cosa che ha fatto l’inquilina, insieme al suo fidanzato, è stata quella di chiedere una foto a Mattarella. L’episodio è accaduto lo scorso 29 settembre ed il Presidente è stato accompagnato dalla figlia Laura.

Vale la pena sottolineare come l’appartamento, di circa 120 metri quadrati, si trova nella zona compresa tra Villa Borghese e Villa Ada, ma non è catalogabile come di lusso. Il palazzo è signorile, ma potrebbe essere solo il primo di una lunga ricerca, come del resto accade a tutti quelli che hanno necessità di trovare un’abitazione. Come detto il quartiere, ad un passo tra Parioli e Salario, ha prezzi per l’affitto compresi tra i 15,40 e i 17,40 euro al metro quadrato, secondo le stime del portale immobiliare.it, quindi si parla di circa 2000 euro al mese, sicuramente un bella somma, ma non “da sogno”, come in tanti si aspetterebbero per la prima carica dello stato.

Mattarella stupisce l’inquilina della casa dove potrebbe andare a vivere

Mattarella (Foto Getty Images)
Mattarella (Foto Getty Images)

LEGGI ANCHE: Puoi cestinare il tuo curriculum. Ecco cosa devi fare oggi per trovare lavoro

Vale la pena ricordare che, secondo il Corriere.it l’appartamento potrebbe essere disponibile da dicembre. Questo comporterebbe l’implicita rinuncia di Mattarella al secondo mandato, nonostante sia “strattonato per la giacca” da diverse parti politiche. L’elezione infatti si terrà il prossimo febbraio e siamo in pieno Semestre Bianco, un periodo previsto dalla Costituzione in cui viene vietato lo scioglimento del parlamento da parte del Presidente, così da evitare pericolose derive dittatoriali. Il nodo è cruciale e allo stato attuale non sono ancora emersi nomi che uniscano trasversalmente i movimenti politici. Per questo è stato immaginato una sorta di “mini-mandato” dell’attuale presidente in carica, similare a quello di Napolitano, che consenta la chiusura della legislatura e delle nuove elezioni, così da liberare Mario Draghi, da tanti indicato come unica soluzione possibile.

LEGGI ANCHE: Buoni fruttiferi postali e un po’ di pazienza: come ritrovarsi in tasca 10.000 euro

Mattarella ha vissuto per tutto il settennato al Quirinale, come ha fatto Napolitano e prima di lui Ciampi. Al contrario i presidenti precedenti, Pertini, Cossiga e Scalfaro, hanno preferito continuare a vivere nelle proprie residente private.