Assegni fino a 3mila euro alle famiglie per i figli, i fondi non sono illimitati. Quello che devi sapere per fare domanda

Le domande per richiedere il bonus asilo scadono a fine anno. Ecco cos’è, in cosa consiste e i requisiti per ottenerlo. 

bonus asilo

C’è tempo fino al 31 dicembre 2021 per richiedere il bonus asilo.Il bonus consiste in un incentivo per coprire le spese sostenute nell’anno corrente e dà diritto al rimborso di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati, oltre che alle spese per l’assistenza presso la propria abitazione di bambini al di sotto dei 3 anni, affetti da gravi patologie croniche. Si tratta di una misura che, dal prossimo anno, sarà accorpata al bonus mamma domani e al bonus bebè nell’assegno unico. L’agevolazione è riconosciuta fino ad un importo massimo di 3.000 euro, sulla base del valore delll’ISEE.

Leggi anche: Quello che spenderai in più per bollette e benzina compensalo con la spesa. Questi i supermercati dove puoi risparmiare 1300 euro

A partire dal 1° gennaio dello scorso anno, così come illustrato dalla circolare INPS n. 27 del 14 febbraio 2020 e per effetto delle novità introdotte dalla scorsa Legge di Bilancio, l’importo totale del contributo è stato rimodulato in tre diverse fasce in base all’ ISEE. In particolare, per le famiglie con Isee fino a 20.000 euro spetta un importo fino a 3.000 euro; per le famiglie con Isee fino a 40.000 euro, il bonus nido arriva fino a 2.500 euro; per le famiglie con Isee da 40.000 euro in su il bonus è di 1500 euro.

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza, si parla di abolirlo. Ma intanto qualcuno avrà il doppio assegno. E sarà legale

bonus asilo

Il bonus è riconosciuto per i mesi di effettiva iscrizione del nido da parte del figlio e spetta anche per le forme di supporto domiciliare di bambini impossibilitati a frequentare il nido. Hanno diritto le famiglie che certificheranno la frequenza di tutti i 12 mesi dell’anno dell’asilo da parte del proprio figlio, anche adottato o affidato. La domanda di bonus nido 2021 è predisposta da parte dell’INPS ed è possibile utilizzare la domanda precompilata, messa a disposizione delle famiglie beneficiarie del contributo lo scorso anno.
La domanda va inoltrata tramite:

  • il servizio on line dedicato accessibile direttamente dal cittadino in possesso di un PIN INPS dispositivo, di una identità SPID o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per l’accesso ai servizi telematizzati dell’Istituto;
  • Contact Center multicanale – chiamando da telefono fisso il numero verde gratuito 803 164 o da telefono cellulare il numero 06 164164, a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico, se in possesso di PIN;
  • Patronati e intermediari dell’Istituto – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, anche se non in possesso di PIN.

Nella documentazione da inviare all’Inps per beneficiare del bonus nido 2021 dovranno essere contenute le seguenti informazioni:

  • la denominazione e la Partita Iva dell’asilo nido;
  • il CF del minore;
  • il mese di riferimento;
  • gli estremi del pagamento o quietanza di pagamento;
  • il nominativo del genitore che sostiene l’onere della retta.