Reddito di Cittadinanza, attenzione allo smarrimento: la carta può essere senza pin

Cosa fare in caso di Carta Reddito di Cittadinanza smarrita o rubata? Proviamo a capire tutti i passaggi da seguire per smarrimento e furto di Cdr.

Il RdC è uno strumento nato per aiutare tutti i cittadini che in questo momento non possono provvedere a se stessi e alla propria famiglia con un lavoro. La somma viene erogata, in base a determinati parametri stabiliti attraverso una dichiarazione ISEE, su una carta prepagata su base mensile. Questa dunque può essere utilizzata nei terminali Pos o Atm attraverso un codice pin e può funzionare per gli acquisti in modalità contactless per importi inferiori a 25 euro.

Ma cosa si può fare nel caso in cui la carta venga smarrita o addirittura rubata? Chiariamo che la carta può essere utilizzata unicamente dal titolare del Reddito di Cittadinanza, ma chiaramente chi la ritrova oppure l’ha rubata, anche senza codice, potrebbe utilizzarla per piccoli acquisti. Il primo passaggio da fare è bloccare subito la carta, chiamando il numero verde 800.666.888 dall’Italia o il numero +39.02.44.33.33. In questo caso la velocità è fondamentale: prima ci si accorge dello smarrimento/furto, prima si interviene evitando un utilizzo illecito di un terzo. Al telefono l’operatore telefonico comunicherà un codice di blocco per completare l’operazione. Successivamente è necessario presentare una denuncia presso le forze dell’ordine. Questa servirà poi per generare la nuova carta, in cui sarà trasferita il saldo residuo della precedente, anche in caso di utilizzo di un malintenzionato.

Come richiedere una carta Reddito di cittadinanza smarrita o rubata

Reddito di cittadinanza, cambia tutto (foto Adobestock)
Reddito di cittadinanza (foto Adobestock)

LEGGI ANCHE: Si può ottenere dall’INPS una pensione d’invalidità senza visita medica. Cosa fare per ottenerla

Una volta bloccata la carta ed aver effettuato la denuncia, è possibile richiedere infatti la nuova carta. Per farlo bisogna recarsi in un ufficio postale e compilare un modulo apposito. Non serve presentare una nuova domanda per il RdC: questa procedura permette di richiedere immediatamente la nuova carta dove saranno versati gli importi.

LEGGI ANCHE: Comprare un immobile per avere una rendita mensile con l’affitto. Ma conviene davvero?

L’ufficio postale, dopo aver vagliato tutta la documentazione, fornirà una nuova carta sostitutiva direttamente al titolare del Reddito, senza bisogno di ulteriori passaggi in merito al furto o allo smarrimento della Rdc.