Quanto guadagnano davvero in Italia le persone che si dedicano ai lavori più remunerativi

Ecco quali sono gli stipendi di alcune professioni e quali sono i lavori e le competenze che sono ad oggi più richieste. 

Secondo Portalenetwork, le retribuzioni più vantaggiose a livello tradizionale vedono al primo posto le professioni sanitarie e il medico, con 75 mila euro l’anno anche se le retribuzioni variano in base al tipo di specializzazione. In Europa, a pagare di più la professione è l’Olanda, con 250 mila euro l’anno per un medico-specialista e 117 mila per un generalista. In Italia, la media per un primario, si aggira attorno ai 75 mila euro l’anno. Una professione vantaggiosa è quella del commercialista, con 2.500 euro netti al mesem, seguita dall’ingegnere che oscilla tra i 37 mila e i 51 mila euro lordi annui. Lo stipendio medio annuo di un avvocato è di 37.500 euro lordi all’anno, circa 1.930 € netti al mese. Lo stipendio massimo può superare i 150.000 € lordi all’anno. Segue il farmacista, con lo stipendio di un titolare che parte dai 6/7mila euro fino a 10mila.

Leggi anche: Comoda e funzionale, 5 elettrodomestici per una cucina perfetta

Lavori più richiesti

Tra i dieci lavori più richiesti , secondo una ricerca Adecco, compaiono invece i broadband Architect, che si occupano della redazione di contenuti dedicati alla web TV. Richiede competenze specifiche sia nel campo della televisione che del web. Potrebbe essere utile una laurea in scienze della comunicazione o sistemi informativi applicata alla comunicazione multimediale. Ci sono poi i category Manager, che hanno il compito di concentrarsi su una certa categoria di prodotti e di occuparsene dall’acquisto fino alla vendita, seguendo tutto il processo commerciale che porta il prodotto dallo stoccaggio all’arrivo nelle mani del cliente. Richiede competenze specifiche nel campo del marketing, con capacità di analisi economica e statistica.

Leggi anche: Spendere in modo intelligente: ecco le regole per controllare la tua vita economica senza rovinarti

Il Cloud Architect è uno specialista nella gestione dei sistemi informatici distributivi che lavora in ambiti specifici per le aziende che cercano ambienti cloud scalabili e, soprattutto, capaci di adattarsi al business. Si richiede una laurea in informatica e competenze nel campo delle tecnologie. Anche il Data Scientist è una professione molto richiesta: è colui che organizza ed elabora grandi quantità di dati sfruttando appositi software dedicati ai “big data”. Richiede competenze trasversali che spaziano in diversi settori. Per le aziende, la conoscenza dei dati dei clienti è vitale.