Riscaldamento e bollette alle stelle, consigli pratici e accorgimenti per abbattere i costi

In vista degli aumenti sulle bollette del costo del gas e dell’elettricità , può essere importante capire come risparmiare. 

Prezzi delle bollette in su, con aumenti che, secondo le previsioni, potrebbero arrivare fino al 30%-40%. A preoccupare ancora di più le famiglie italiane, l’avvicinarsi dell’inverno e del freddo che comporterà una maggiore spesa e richiesta di energia. Come è noto il rincaro su gas e bollette costerà 300 euro in più annui, nonostante l’intervento del governo per calmierare gli oneri di sistema con un intervento prossimo ai 3 miliardi. Si parla di aumenti del +29,8% sull’elettricità e del +14,4% sul gas, che potrebbero essere segnali di una crisi più generali tanto che potrebbero arrivare dei veri e propri black out. All’aumento dei costi di luce e gas in bolletta, il governo ha risposto eliminando gli oneri di sistema. Ma, secondo l’Unione nazionale consumatori, questo non basterà.

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza, l’assegno si riduce se rifiuti il lavoro: per il popolo del divano l’incubo diventa realtà

Infatti, secondo l’associazione che tutela chi consuma, la mossa del governo servirà solo in parte ad arginare il problema e avrà comunque un impatto limitato. Gli aumenti ci saranno comunque e ammontano, secondo le stime, ad oltre 100 euro per la luce e 260 per il gas su base annua. Per una famiglia tipo, considerati i dati del secondo trimestre 2021, prima cioè del taglio da 1,2 miliardi avvenuto a giugno, l’annullamento totale degli oneri implicherebbe, su una bolletta media per la luce pari a 562 euro, una riduzione pari a 113 euro, a fronte, però, di un aumento teorico di 225 euro.

Leggi anche: Pensioni 2022: a chi conviene davvero accettare l’assegno frazionato, come vorrebbe l’INPS

Come risparmiare 

Per risparmiare sul costo del gas, occorre per prima cosa verificare le condizioni della casa, dell’impianto e delle tubature: se queste ultime sono obsolete, il fabbisogno energetico crescerà di anno in anno. Verifica se ci sono infiltrazioni nelle pareti o negli infissi ed effettua la manutenzione periodica di caldaia e termosifoni per eliminare soprattutto le bolle d’aria, colpevoli della riduzione dell’efficienza del sistema di riscaldamento. Un altro fattore che incide notevolmente sulla bolletta del gas è la temperatura della caldaia, meglio se a condensazione. Un’altra dritta che può tornarti utile è quella di installare valvole termostatiche sui termosifoni che permettono di mantenere costante la temperatura agendo sulla regolazione della quantità di acqua calda.

Anche porte e finestre fanno la differenza: punta su infissi ad alta conservazione termica, capaci di migliorare il comfort domestico garantendo notevoli risparmi sulla bolletta. Fondamentale, inoltre, contenere gli sprechi di calore e favorire il ricambio di aria. Quanto alle pompe di calore, queste utilizzano l’energia rinnovabile che si disperde nell’ambiente utilizzando meno energia elettrica o combustibili fossili rispetto alle caldaie tradizionali. Utilissime, quindi, per ridurre i consumi. Un’altra soluzione per il risparmio sul gas è rappresentata dagli impianti solari termici, abbinati a una caldaia tradizionale, che producono acqua calda anche nei mesi invernali garantendo un abbattimento dei costi delle bollette. Inoltre, può essere importante valutare le tariffe, controllare le offerte e cambiare eventualmente gestore.

Consigli pratici

Un ottimo modo per risparmiare sull’energia è quello di migliorare l’efficienza energetica, sia degli impianti e degli elettrodomestici che dell’edificio stesso. Puoi ad esempio utilizzare lampade LED a risparmio energetico in ogni stanza della casa; sostituire gli elettrodomestici più vecchi di 10 anni; acquistare elettrodomestici almeno di classe energetica A. Fai attenzione all’etichetta energetica per valutare l’energia che consuma un elettrodomestico: la trovi su lavatrici, lavastoviglie, asciugatrici, lampade domestiche, forni elettrici e condizionatori nel 2003. Chiaramente, gli elettrodomestici di classe A++, hanno consumi più bassi rispetto ad un altro a parità di altre caratteristiche tecniche ma anche un costo più elevato. La spesa iniziale per l’acquisto di un elettrodomestico più efficiente, tuttavia, sarà compensata nel tempo.

Altri consigli riguardano l’acquisto di caldaie ad alta efficienza o pompe di calore; l’installazione delle valvole termostatiche che consentono di regolare la temperatura in ogni stanza; la sostituzione dei vecchi infissi con dei moderni infissi a taglio termico più isolanti; il miglioramento dell’isolamento termico delle mura esterne e del tetto dell’edificio. Inoltre, conviene utilizzare lampadine fluorescenti o le moderne lampade a LED.