Rincaro carburanti, ecco la soluzione: bonus benzina, anche se non hai un’auto

Mentre in Italia non si conoscono ancora le misure per controbilanciare l’aumento dei prezzi della benzina, in Francia la soluzione è il bonus benzina. 

Lievitano i prezzi di alimenti, bollette e anche carburanti e per cercare di rispondere agli aumenti ogni Paese ha provato a rispondere. La Francia ha introdotto il “premio per l’inflazione” : si tratta di un bonus di 100 euro destinato alle famiglie francesi che vivono con meno di 2 mila euro al mese. L’agevolazione è stata presentata dal primo ministro Jean Castex che ha spiegato che il bonus nasce per attenuare l’impatto dell’aumento dei prezzi dell’energia e – dicono gli esperti – anche “per evitare che gli animi dei cittadini si scaldino troppo prima delle prossime elezioni presidenziali”

Leggi anche: Postepay: piccole somme addebitate sulla carta senza il tuo consenso, e non te ne accorgi. Ma lo fanno ogni giorno

Ben 38 milioni di francesi beneficeranno dell’aiuto promesso dal governo e, secondo quanto trapelato fino ad adesso, il beneficio verrà erogato direttamente sulle buste paga dei lavoratori del settore privato a dicembre. Per altre categorie di lavoratori come dipendenti pubblici, i pensionati, i disoccupati e i lavoratori autonomi lo riceveranno all’inizio del 2022. il bonus benzina verrà riconosciuto indipendentemente dal possesso di auto. Infatti, il contributo è stato pensato per controbilanciare gli effetti di un’eventuale inflazione conseguente all’aumento dei prezzi o, forse, per tenere a bada gli animi francesi.

Leggi anche: Pensioni 2022: a chi conviene davvero accettare l’assegno frazionato, come vorrebbe l’INPS

In Italia, il ministro Franco ha assicurato una serie di misure per ammortizzare l’aumento dei costi di carburante, luce e gas previsti ma le proposte ancora al vaglio.

Distributori più economici

È possibile trovare i distributori più economici collegandosi al sito del Ministero dello Sviluppo Economico “Osservaprezzi Carburanti”, per consultare in tempo reale il prezzo di vendita praticato dal distributore in Italia per benzina, gasolio, Gpl e metano ma anche per il carburante erogato in forma liquida Gnl e per quello che viene dalla rigassificazione L-GNC. Devono essere comunicati tutti i prezzi da servito a self-service. E’ necessario effettuare una ricerca per area geografica, in zona, su percorso, per tratta autostradale e per nome impianto. Optando sulla ricerca “Su percorso” si deve inserire il punto di partenza (via, cap, città) e quello di arrivo nonché il tipo di carburante. Nel caso di tratta autostradale, invece, va inserita la tratta.