Euro, perché le banconote che usi avranno presto un altro valore

Addio a breve alle “vecchie” banconote dell’euro, alle quale ci siamo abituati da ormai vent’anni. Chissà se il cambiamento ne modificherà il valore e diventeranno ambite dai collezionisti.

Euro, perché le banconote che usi avranno presto un altro valore

La Banca centrale europea ha intenzione di ridisegnare le banconote in euro con la collaborazione dei cittadini europei. La decisione finale è attesa nel 2024. E in molti si domandano se per le vecchie banconote si preannuncia un futuro da collezionismo, e se davvero varranno più del loro precedente valore nominale.

Leggi anche: Conti correnti, come sparisce il tuo denaro senza che te ne accorgi

L’iter per le nuove banconote euro

Per prima cosa, nel processo di riprogettazione delle banconote in euro, verranno creati dei gruppi di discussione. Il loro compito sarà quello di raccogliere le opinioni dei cittadini di tutta l’area dell’euro su possibili temi per le banconote future.

Dopodiché si formerà un gruppo consultivo composto da un esperto di ciascun paese dell’area dell’euro, con specialisti di diverse discipline già nominati dalla Bce. Saranno loro a presentare al Consiglio direttivo un elenco di temi selezionati. I disegni delle attuali banconote in euro si basano sul tema “tempi e stili”, rappresentato da finestre, porte e ponti.

Infine, sarà la stessa Bce a chiedere ai cittadini il proprio parere sui temi selezionati. Sarà quindi indetto un concorso di progettazione per le nuove banconote, al termine del quale la Bce consulterà nuovamente il pubblico e il Consiglio direttivo prenderà la decisione finale, autorizzando la fabbricazione delle nuove banconote in euro e individuando le possibili date di emissione.

Leggi anche: Spesa al discount, quali sono i prodotti che uno chef non acquisterebbe mai

Le dichiarazioni di Lagarde e Panetta

Bce euro

“Dopo vent’anni – ha affermato la presidente della Bce Christine Lagarde – è tempo di aggiornare l’aspetto delle nostre banconote in modo che gli europei di tutte le età e origini possano identificarsi con esse. Le banconote in euro faranno sempre parte delle nostre vite. Esse sono un simbolo tangibile e visibile della nostra coesione in Europa, in particolare in tempi di crisi. Inoltre, la loro domanda è ancora forte”, ha concluso Lagarde. 

Fabio Panetta, componente del comitato esecutivo della Bce ha dichiarato: “Vogliamo sviluppare banconote in euro che i cittadini europei possano identificare e utilizzare con orgoglio come denaro. Il processo di riprogettazione delle banconote – ha aggiunto – andrà di pari passo con la nostra ricerca sull’euro digitale”, specificando che “entrambi i progetti mirano a soddisfare il mandato di fornire denaro sicuro agli europei”.