Bella vita e frodi sulle pensioni, il Governo promette controlli a tappeto

Le novità sulle pensioni nel 2022 non si fermano al ricalcolo e alle nuove misure previdenziali. Nel 2022 e 2023 il Governo prevede dei controlli scrupolosi su chi percepisce pensioni all’estero.

Le novità per quanto riguarda le pensioni nel 2022 saranno moltissime. Si comincia con il ricalcolo dell’importo delle pensioni, che permetterà a tutte le pensioni di aumentare del 1,7% l’importo dell’assegno, anche se soltanto da marzo (a causa di un errore di comunicazione dell’INPS con il Ministero dell’Economia e delle Finanze i primi due mesi di pensione aumenteranno solo del 1,6%). Inoltre ci sono le revisioni delle misure di pensionamento anticipato, con la riforma del sistema previdenziale discussa per tutto l’anno passato. Non è tutto. Il Governo ha in mente un’altra iniziativa per quanto riguarda le pensioni nel 2022 e 2023. Nel particolare un controllo a tappeto anti frode sul piano delle pensioni, specialmente quelle percepite all’estero.

Leggi anche: Bonus di 1000 euro se sei mancato dal lavoro per oltre un mese

Esistono numerosi modi per percepire irregolarmente una pensione e le stime delle istituzioni indicano che ci sono molte truffe che hanno come base comune l’appropriazione indebita di una pensione di qualche tipo. In particolare questa pratica è comune per quelle pensioni che vengono percepite da soggetti residenti all’estero, per cui i controlli dell’Agenzia delle Entrate sono più difficili da effettuare. Nonostante queste difficoltà, il Governo ha promesso una serie di controlli a tappeto sulle pensioni percepite da soggetti all’estero, in particolare in America, Africa, Asia e Medio Oriente, per tutto il biennio 2022 – 2023.

Leggi anche: Carta acquisti per figli e anziani, come fare domanda 

I controlli a tappeto cominceranno dal 7 febbraio 2022, quando tutti i percettori di una pensione che risiedono attualmente in America, paesi scandinavi, Stati dell’Est Europa, Asia e in Medio o Estremo Oriente riceveranno una e-mail da Citibank Na, l’istituto che si occupa di effettuare i pagamententi al di fuori del territorio italiano per conto dell’INPS. La e-mail conterrà una serie di documenti che dovranno essere compilati e rimandati indietro entro il 7 giugno 2022. La mensilità di luglio 2022, poi, potrà essere percepita solo in contanti presso una sede dell’Agenzia Western Union. Se la documentazione non sarà resistuita in tempo la pensione verrà sospesa a partire dalla mensilità successiva, ovvero quella di agosto.