Stipendi: quanto riuscirai a guadagnare se prendevi 1000 euro netti al mese grazie, a Draghi

Cambia il meccanismo Irpef e gli stipendi e le pensioni aumenteranno. Ecco gli aumenti fascia per fascia 

Il 2022 sarà un anno di cambiamenti sul versante fiscale, grazie alla riforma delle tasse che coinvolge tutti i dipendenti. Infatti, cambia il meccanismo Irpef e gli stipendi e le pensioni aumenteranno. Per il taglio dell’Irpef e dell’Irap sono stati investiti 8 miliardi di euro, utilizzati per ridurre il cuneo fiscale sul lavoro e le aliquote marginali effettive e ridurre l’aliquota dell’Imposta Regionale sulle Attività Produttive, cioè l’Irap. Secondo i redditi dichiarati nel 2020, gli aumenti riguarderebbero una platea di 5,4 milioni di lavoratori dipendenti.

Leggi anche: Controlli dell’INPS sulle pensioni. Se non rispondi ad agosto puoi restare senza assegno

L’effetto dello sconto contributivo dello 0,8% e della revisione degli scaglioni di reddito e delle detrazioni porterà ad aumenti in busta paga. I lavoratori con stipendio fra i 17mila ed 38mila euro all’anno avranno una crescita netta fino a 409 euro annuali. I lavoratori con un reddito più alto, che guadagnano dai 38mila fino a 50mila euro all’anno, avranno per la rimodulazione delle aliquote Irpef una cifra di 944 euro annui. Per i redditi pari a 25mila euro, il vantaggio netto è pari a 263,74 euro. Quando si arriva a 31mila euro annui di reddito, il vantaggio fiscale scende a 133,74 euro, ed è interamente dovuto allo sconto contributivo.

Leggi anche: Mutuo cointestato, rischi ed incognite

 

Per fasce 

Dai 38mila euro in poi ad incidere sarà maggiormente la revisione degli scaglioni di reddito e delle detrazioni di imposta. Coloro che percepiscono un reddito pari o vicino ai 40mila euro otterranno un vantaggio netto di circa 944 euro all’anno. Un taglio dal 38 al 36 per cento dell’aliquota farebbe guadagnare allo scaglione centrale 340 euro all’anno. Il beneficio salirebbe a 540 euro per chi guadagna 75mila euro lordi all’anno. Nulla invece per chi guadagna 25mila euro all’anno. Con la riforma delle tasse, uno stipendio medio tra i 1.000-1.200 euro aumenta nel 2022 di circa 90 euro.