La pensione non basta, la mossa che non devi fare se vuoi salvare i tuoi risparmi

Avere una pensione stabile e molto tempo libero è una buona base per tentare la fortuna nel mercato azionario. Investire i propri risparmi può portare grandi risultati, ma ci sono errori da evitare assolutamente.

Un investimento oculato in azioni potrebbe permettere a chiunque di crearsi da solo il proprio fondo pensione da cui attingere. Se la pensione non basta è sempre possibile investire i propri risparmi in modo da poter guadagnare di più e in meno tempo, ma il mercato azionario è un territorio pericoloso e ci sono degli errori da evitare assolutamente quando si decide di entrarci per provare a costruire il proprio fondo pensione. Per prima cosa è importante saper diversificare il proprio portafoglio. Investire tutto su una sola società ad alta volatilità (una “scommessa pericolosa”), per quanto promettente possa sembrare, è sempre un rischio troppo grande. Qualcosa potrebbe andar male, le aspettative di crescita potrebbero essere disattese, oppure un investimento con una promessa di guadagno altissima potrebbe rivelarsi una truffa.

Leggi anche: Legge 104 come ottenere 400 euro di rimborso

Per questo motivo è importante dividere in maniera oculata il proprio investimento, in modo tale che se uno dei nostri investimenti dovesse andare male, c’è sempre un ripiego. Si può considerare tendenzialmente sbagliato anche l’atteggiamento contrario. Ovvero investire con estrema prudenza in azioni più stabili, a bassa volatilità. Più sicuri, certo, ma con un margine di guadagno molto inferiore. Se si vuole avere una crescita negli investimenti non è una buona scelta quella di mettere tutto nelle mani di azioni a basso rischio e basso ricavo. La soluzione migliore sarebbe quindi quella di diversificare il più possibile l’investimento, avendo un margine di crescita solido, ma anche un cuscinetto di azioni più stabili per atterrare in piedi in caso di problemi.

Leggi anche: Prodotti in vendita ai supermercati, dal 14 gennaio cambia tutto

Un altro errore molto comune, ma anche molto pericoloso tra gli investitori in pensione è quello di investire in azioni che si crede cresceranno sul lungo termine, cercando di anticipare il mercato. Un guadagno che si prospetta tra decine di anni è un investimento soggetto a molteplici rischi, dato tutto il tempo e gli eventi che passerà in mezzo.