Cartelle esattoriali non pagate, come puoi salvarti

La dilazione del pagamento delle cartelle permette ai contribuenti di poter agire con maggiore respiro. Ma cosa accade se si paga in ritardo?

Per saldare le cartelle esattoriali si hanno a disposizione 180 giorni. Infatti, fino al 31 dicembre scorso, è stato permesso ai contribuenti di beneficiare di specifiche condizioni agevolative. Pertanto, i contribuenti con piani di rateizzazione decaduti prima della sospensione dell’attività di riscossione hanno potuto presentare una nuova richiesta di dilazione, senza necessità di saldare le rate scadute del precedente piano di pagamento. Per contribuenti decaduti dai benefici della “prima Rottamazione” e della “Rottamazione-bis”, è stato possibile richiedere una nuova rateazione per le somme ancora dovute. La dilazione del pagamento delle cartelle permette ai contribuenti di poter agire con maggiore respiro e dilazionare i pagamenti. Ma cosa accade se non si riesce a pagare in tempo una sola rata di una cartella esattoriale?

Leggi anche: Quota 102, quest’anno si cambia davvero. Come fare le cose giuste

E’ bene subito specificare che, nel caso di mancato pagamento di una rata, non decade il piano di rateazione dell’Agenzia delle Entrate. Vengono calcolati solo gli interessi sull’importo dovuto della singola rata. Se la rata che non si riesce a pagare è la prima, si può perdere il beneficio della rateizzazione. Se non si paga una sola rata della cartella esattoriale rateizzata entro 60 giorni, stando a quanto previsto dalla legge, si incorre in provvedimenti che dipendono dal ritardo del pagamento. Se non si riesce a pagare in tempo una sola rata, è previsto un calcolo ulteriore degli interessi sulla somma della singola rata dovuta. Se si salta la prima rata, decade la possibilità per il contribuente di adesione allo stesso piano di rateizzazione

Leggi anche: Poste Italiane, come ottenere più interessi

In caso di lieve ritardo, il contribuente deve pagare le sanzioni: 15% per il ritardo; 30% per insufficiente versamento; 0,8% annuo di interessi legali. Se non si riesce a pagare una sola rata in tempo, diversa dalla prima, si può incappare in diverse conseguenze, a seconda se si tratta di un lieve inadempimento o meno. Tra le conseguenze ci sono pignoramento; fermo amministrativo; ipoteca su un immobile.