Lavoro, così l’Agenzia delle Entrate può salvarti la vita

Svolta dal punto di vista del Lavoro: l’Agenzia delle Entrate apre a una nuova prassi, e soprattutto a nuove opportunità di lavoro. Andiamo a vedere di che cosa si tratta nello specifico.

L’Agenzia delle entrate ha diffuso la notizia di un concorso pubblico: andiamo a vedere quali sono i vari requisiti richiesti e come fare domanda entro il 23 settembre in questo senso e chi può partecipare a questa nuova importante chance.

Foto ANSA Firma: Agenzia delle Entrate Riscossione

Via alle assunzione riguardanti l’Agenzia delle Entrate. E’ stata pubblicata, come noto da esperti, la procedura di selezione per alcuni soggetti annunciata ad inizio anno per l’assunzione di 900 assistenti tecnici a tempo indeterminato che dovranno svolgere il loro lavoro presso le sedi dell’ente dislocate su tutto il territorio nazionale.

Come funziona il tutto? Chi ha diritto a presentare la domanda e quali sono i fortunati che rientrano nei requisiti? Andiamo a scoprirlo insieme tramite quanto emerge da quanto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Agenzia delle entrate, nuove assunzioni: chi ne ha diritto

Il percorso relativo alla selezione del personale da ingaggiare da parte di Agenzia delle Entrate è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e fa parte di un iter che entra in un piano triennale di assunzioni indicato dall’Agenzia delle Entrate stessa.

Secondo questo piano ci sarà una copertura entro l’anno 2022 di circa 3000 posti di lavoro scissi tra funzionari e assistenti con vari titoli di studio.

Ma nel novero delle figure ricercate, i requisiti utili per candidarsi alla selezione presentato dell’Agenzia delle Entrate  sono parecchio semplici. Andiamo a vederle.

Assunzioni agenzia delle entrate: i requisiti

Serve un solo requisito. La nuova chance lavorativa dell’Agenzia delle Entrate passa da un concorso pubblico cerca 900 diplomati, tra geometri e periti, da inserire nella seconda area funzionale, fascia retributiva F3, nel profilo professionale di assistente tecnico a tempo indeterminato.

Per partecipare è necessario essere in possesso uno dei seguenti titoli di studio:

diploma di geometra conseguito presso un Istituto tecnico per geometri statale, paritario o legalmente riconosciuto;

diploma di Perito Industriale indirizzo Edile;

diploma di Perito Industriale, ai sensi dell’articolo 1 della legge 2 febbraio 1990, n. 17, conseguito presso un istituto statale, paritario o legalmente riconosciuto;

diploma relativo al settore “Tecnologico”, indirizzo “Costruzioni, ambiente e territorio”, secondo le confluenze di cui all’Allegato D del D.P.R. 15 marzo 2010, n. 88.

Al titolo di studio, va aggiunto il possesso di questi requisiti:

cittadinanza italiana;
posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari;
godimento dei diritti politici e civili;
idoneità fisica all’impiego.