Modello 730, tutte le scadenze fiscali di maggio 2021

Tutte le scadenze fiscali di Maggio 2021, dal Modello 730 all’imposta di bollo di assegni circolari. 

Maggio è il mese che dà inizio alla compilazione della presentazione dei redditi con il Modello 730. E’ infatti disponibile, sul sito dell’Agenzia delle entrate, il documento relativo al modello 730 precompilato anche se, per inviare la dichiarazione dei redditi, c’è ancora tempo fino a settembre. A partire dal 14 maggio 2021 il contribuente potrà decidere se accettare la dichiarazione dei redditi forniti oppure correggere o modificare alcuni dati previsti. Sempre sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile visionare le scadenze fiscali che ci attendono fino a fine di questo mese. Vediamole insieme.

Leggi anche: Bonus Inps 2021 senza Isee, quali sono e chi ne ha diritto

Oggi, 10 maggio 2021, scade il termine per l’ imposta di bollo di assegni circolari. Le banche e gli istituti di credito che possono emettere assegni circolari dovranno versare l’imposta di bollo relativa per tutti gli assegni circolari rilasciati nei primi tre mesi del 2021, sulla base di una dichiarazione presentata entro il 30 aprile. La tassa si paga attraverso un F23 ed è una particolare tassa che emettono gli istituti di credito, le banche, gli intermediari finanziari.

Leggi anche: Bonus PC 2021 da 500 euro, chi può richiederlo e come ottenerlo

17 maggio

Un’altra data chiave è quella del 17 maggio. In primis, si procede alle ritenute sui redditi da lavoro autonomo, riferite ai sostituti di imposta del mese precedente. Imprese, autonomi, commercianti, società devono procedere al pagamento delle ritenute relative ad aprile attraverso il modello F24. In secondo luogo, scade la tassa sull’IVA e si procede al versamento tramite F24 sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Infine, la terza importante scadenza fiscale del mese riguarda l’IRPEF. Va versata entro il 17 l’imposta sostitutiva della tassa che devono versare tutti i soggetti che svolgono attività di impresa con dipendenti assunti con regolarità. Anche istituti di credito e intermediari finanziari sono tenuti al versamento dell’Irpef.

20 e 25 maggio

Il 20 maggio scade invece la comunicazione relativa al Canone RAI del mese di aprile. Le imprese devono comunicare all’Agenzia delle Entrate i dettagli relativi ai dati sul Canone TV che è stato addebitato ai cittadini. A seguire, il 25 maggio è il termine ultimo entro cui presentare i dati relativi all’INTRASTAT, dichiarazione che attesta tutte le operazioni intracomunitarie di vendita o acquisto che vengono effettuate da un cittadino italiano titolare di partita IVA e in un periodo di tempo.

28 maggio

Il 28 maggio 2021 è la data ultima per cui i soggetti che hanno partita IVA, che hanno residenza in Italia e svolgono attività di impresa, possono chiedere accesso ai contributi a fondo perduto previsti dal Governo Draghi. Infine, il 31 maggio è il termine ultimo entro cui versare in unica soluzione delle ritenute alla fonte dell’imposta sul valore aggiunto e sui redditi sospesi a causa dell’emergenza covid-19; pagare il superbollo; versare la rata dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche del primo trimestre; procedere al pagamento delle imposte sulle assicurazioni e bollo auto; versare l’IVA relativa agli acquisti intracomunitari per enti non commerciali e agricoltori esonerati; versare l’imposta di registro sui contratti di affitto e locazione stipulati o rinnovati dal primo maggio.

Latest articles

Related articles