Mutuo prima casa per gli under 36, domande al via: il modulo da scaricare

Sono partite dal 24 giugno le domande per richiedere l’agevolazione sul mutuo prima casa, destinato agli under 36.

Comprare casa per i giovani potrebbe essere più semplice. Il mutuo prima casa è un’agevolazione messa a disposizione dal Governo che va a favore dei giovani under 36. A partire dal 24 di giugno, infatti, sono partite le domande per accedere al Fondo di garanzia per la prima casa, passata dal 50 all’80% dei finanziamenti richiesti per l’accensione di un mutuo. La parte fiscale dell’acquisto di un immobile viene così esentata dal pagamento delle imposte di registro, ipotecaria e catastale sugli atti di compravendita, di nuda proprietà e di usufrutto per chi ha meno di 36 anni e non acquista una casa di lusso; e dal pagamento dell’imposta sostitutiva sull’atto del mutuo. Permette, però, la possibilità di beneficiare di un credito d’imposta nel caso in cui venga pagata l’Iva sul valore della casa.

Leggi anche: Bonus dell’INPS: pioggia di soldi a chi lo richiede | Ecco come fare

Il decreto Sostegni-bis permette di ottenere risparmio anche sugli oneri sulla stipula degli atti siglati dal professionista nella misura del 50%. Da sostenere, invece, le eventuali spese dell’agenzia immobiliare e dell’istruttoria del mutuo. Per quanto riguarda la possibilità di accedere al finanziamento del 100% senza l’obbligo di versare il 20% del capitale, il Governo ha destinato a tale scopo 55 milioni di euro al Fondo mutui prima casa gestito da Consap.

Leggi anche: Bonus collaboratori sportivi, quando arrivano i pagamenti?

Cosa prevede la misura

La misura permette a tutti i giovani che non abbiano ancora compiuto 36 anni e aventi un Isee fino a 40mila euro annui di accedere al Fondo di garanzia sui mutui per la prima casa. Si otterrà un prestito della banca per un importo pari all’80% del prezzo della casa garantito dallo Stato. Il finanziamento non può superare i 250 mila euro. Le domande sono partite dal 24 giugno; è possibile richiedere il prestito fino al 30 giugno del 2022 compilando un modulo scaricabile dal sito della Consap. Il modulo deve essere compilato e consegnato alla banca o all’intermediario finanziario a cui si richiede il mutuo.

Puoi scaricare il modulo qui.

Cosa va dichiarato nel modulo

Nel modulo bisogna dichiarare di non essere proprietario/i di altri immobili a uso abitativo, salvo quelli di cui il/i sottoscritto/i abbia/abbiano acquistato la proprietà per successione a causa di morte, e che siano in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli. E’ previsto l’acquisto “semplice”; l’acquisto con interventi di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica; l’acquisto con accollo da frazionamento (da costrutture). Dopo aver inviato il modulo, Consap dovrà comunicare entro 20 giorni alla banca l’ammissione del richiedente alla garanzia. La banca entro 90 giorni comunicherà a Consap il perfezionamento del mutuo garantito o la mancata erogazione del mutuo.