Bollette luce e gas 2021, come risparmiare in estate

In attesa che il mercato libero diventi definitivo, ecco come risparmiare sulle tariffe di luce e gas per l’estate 2021. 

In Italia, dal 2003, i clienti residenziali possono acquistare gas naturale ed energia elettrica per uso domestico dal Mercato Libero dell’energia, scegliendo liberamente a quale operatore rivolgersi e senza vincoli dovuti all’area geografica di appartenenza. In questo modo, si può scegliere ed optare per il fornitore gas più conveniente. Infatti, nel regime del Mercato Libero, le condizioni economiche sono definite dal fornitore in un ambito di libera concorrenza. Rientrano nel Libero Mercato luce e gas tutti i clienti che hanno abbandonato il Servizio di Maggior Tutela, dove le condizioni economiche sono regolate dall’ARERA e dove il fornitore coincide con il distributore per l’energia elettrica.

Leggi anche: Bonus dell’INPS: pioggia di soldi a chi lo richiede | Ecco come fare

Come stabilito dall’articolo 12 del Decreto Legge n° 162, emanato a dicembre 2019, la data ufficiale di fine del Mercato Tutelato è fissata al primo gennaio 2022. Entro questa data, gli italiani che non dispongono ancora di un servizio di fornitura di energia legata al Servizio di Maggior Tutela, dovranno passare obbligatoriamente al Mercato libero. Tuttavia,
un recente emendamento al decreto milleproroghe, ha prorogato la scadenza del mercato tutelato e della conseguente liberalizzazione del mercato dell’energia di un anno, quindi al 2023.

Leggi anche: Mutuo prima casa per under 35, domande al via dal 24 giugno: tempi e scadenze

Il mercato libero è in genere più conveniente rispetto a quello Tutelato in quanto le offerte possono permettere al cliente di scegliere tra le opzioni più convenienti. Il mercato concorrenziale rende i costi delle offerte più economici e le compagnie di energia che aderiscono mettono a disposizione sconti, premi e altri servizi aggiuntivi. In attesa che il passaggio diventi definitivo, si può già iniziare pensare a come risparmiare, puntando proprio sulla scelta di un nuovo fornitore.

Come risparmiare? 

A proposito di tariffe convenienti, una delle prime cose da fare è trovare un fornitore che si adatti alle nostre necessità. Bisogna informarsi bene sulle promozioni di luce e gas nel mercato libero così da trovare una nuova fornitura che possa fare al caso nostro. Le offerte, infatti, variano e possono avere un prezzo che varia in base all’andamento del mercato, oppure un prezzo bloccato che si estende per un periodo di tempo dai 12 ai 24 mesi, anche se ci sono operatori che arrivano fino a 36 mesi. Le promozioni possono essere a tariffazione monoraria, cioè avere un costo della componente energia e gas che rimane invariato a qualsiasi ora del giorno e della notte e in qualsiasi giorno. Oppure, ci sono offerte di tipo biorario o triorario, che variano in base all’ora in cui si verificano i consumi.

Leggi anche: Bonus vacanze, niente proroga: 500 euro fino a dicembre

Le offerte

Ti proponiamo ora alcune offerte che risultano essere convenienti:

  • Illumia: prevede una tariffa di tipo monorario a prezzo bloccato per 12 mesi e permette di risparmiare di più rispetto ai prezzi del mercato tutelato. L’energia è prodotta da fonti 100% rinnovabili e si riceveranno 120 kWh per il primo anno di fornitura.
  • Engie: propone una promozione 3.0 Light 12 mesi, disponibile anche nella versione 24 mesi. Potrà essere attivata sia singolarmente, sia in modalità Dual Fuel. In tale ipotesi, si avrà diritto a ricevere la bolletta unificata. Nel primo caso si potrebbero ricevere buoni fino a 300 euro.
  • E.ON, Luce e gas insieme: propone sconti in bolletta per gli acquisti effettuati su Amazon; uno sconto del 10% sulla componente energia; uno sconto aggiuntivo nel caso in cui si attivasse la bolletta digitale e la domiciliazione bancaria.
  • Tate Gas: permette un risparmio annuale fino a 122 euro con la possibilità di ottenere uno sconto sulla prima fornitura di gas, pari a 36 euro. Con il programma Porta gli amici in Tate sarà possibile ottenere sconti in bolletta fino a 200 euro.