Divorzio tra Angelina Jolie e Brad Pitt, è costato davvero una fortuna!

Il divorzio tra Angelina Jolie e Brad Pitt potrebbe diventare il più costoso della storia in termini di spese legali. Ecco le cifre! 

E’ uno dei divorzi più famosi della storia… ed anche dei più costosi! Si tratta di Angelina Jolie e Brad Pitti, la coppia che ha fatto sognare milioni e milioni di fan prima della rottura definitiva. Un rapporto tormentato, sofferente ma coronato dall’arrivo dei figli per cui, da tempo, si battono in tribunale per l’affidamento. Conosciutisi e innamoratisi sul set di Mr&Mrs Smith nel 2004, 10 anni dopo si sono sposati, diventando di fatto la coppia più diva e desiderata di Hollywood. Poi, a settembre 2016, la favola d’oro si è rotta con la separazione. Un addio per nulla pacifico, ed entrato in piena causa di divorzio. Un divorzio che, in termini di spese legali, potrebbe essere quello più costoso nell’intera storia dei divorzi di Hollywood.

Leggi anche: Ecobonus auto, al via le domande per gli incentivi: i requisiti

Il divorzio tra Angelina Jolie e Brad Pitt è tutt’altro che finito. Infatti, recentemente, è stata Angelina ad avere la meglio in Tribunale, ottenendo una vittoria contro l’ex marito per la custodia dei loro figli. Il divorzio va avanti da ormai 5 anni, a colpi di sentenze e di tribunali. Tuttavia, il processo sarebbe tutt’altro che finito. Alcuni esperti legali hanno rivelato che il processo di divorzio tra i due attori potrebbe andare avanti per altri sei anni. L’avvocato Mark Vincent Kaplan ha di recente rilasciato qualche dichiarazione sul divorzio dei due riferendo che sarebbe costato “migliaia di migliaia di dollari, se non milioni” in cause legali.

Leggi anche: Bonus Cicogna, fuori il bando del 2021: 500 euro per i bambini nati nel 2020

Il divorzio più costoso della storia? 

Secondo alcune fonti, Brad Pitt e Angelina Jolie hanno già speso ciascuno più di 1 milione di dollari in spese legali fino ad oggi. Gli avvocati di entrambi, infatti, avrebbero un fatturato che va dai 1.000 a 1.500 dollari all’ora mentre il giudice privato, assunto da entrambi, probabilmente fattura circa 10.000 dollari al giorno. Vincent Kaplan ha poi riferito che se il divorzio dovesse prolungarsi, i costi aumenterebbero: “Potrebbe essere molto ma molto di più se ricominciano da capo. Niente è più costoso di una custodia così lunga e contenziosa. Sono sicuro che entrambi gli attori possono permettersi di continuare a litigare, che non è la loro ragione per farlo, ma che probabilmente non sarà un fattore importante per affrettare la chiusura del caso, data la rispettiva ricchezza”.