Canone Rai in bolletta, devi pagare altri 90 euro: dopo, forse, basta

Retromarcia del Governo sul Canone Rai. Il pagamento resterà sulla bolletta per tutto il 2021. Si attendono novità con la prossima Legge di Bilancio.

il canone rai resta in bolletta

Secondo gli accordi con l’Unione Europea, il Governo italiano avrebbe dovuto togliere gli “oneri impropri” dalle bollette energetiche. Questo avrebbe dovuto comportare la cancellazione dei 90 euro all’anno del Canone Rai sulla bolletta elettrica, ma sembra che non sarà così. La novità sulla nuova forma di pagamento del Canone televisivo dopo la cancellazione della bolletta era attesa con il disegno di legge sulla concorrenza, ma questa non vi ha trovato posto. L’implicazione diretta di questo rimando è che il Canone per il servizio pubblico televisivo resterà sulla bolletta elettrica almeno fino alla fine del 2021.

Leggi anche: Molto presto dovrai rinunciare al contante, ti piaccia o no. E il Fisco sa come costringerti a farlo, a cominciare dai tuoi profili social

Gli accordi di Draghi con Bruxelles non sono tuttavia cambiati. Il Canone dovrà essere escluso dalla bolletta elettrica in futuro, come stabilito nel PNRR, ma non quest’anno. Nonostante la discussione sul disegno di legge sulla concorrenza abbia fatto slittare la sua approvazione da luglio a settembre, i rumors suggeriscono che non ci saranno novità in merito al riposizionamento del pagamento del Canone Rai. Ulteriori informazioni in merito potrebbero uscire con la Legge di Bilancio 2022 ad ottobre. Per il momento il pagamento del Canone Rai rimane incluso nella bolletta elettrica, per un aumento complessivo di 90 euro all’anno: 9 euro al mese extra per 10 mesi.

Leggi anche: Se vuoi aiutare un’azienda scegli Moderna come vaccino anti Covid: proteggerà i sui profitti in un paradiso fiscale

Il Canone Rai era stato incluso nella bolletta elettrica nel 2015 dal governo Renzi. La misura serviva a combattere l’evasione di coloro che non pagavano il Canone Rai, ma ha trovato fin dal principio l’opposizione dell’Unione Europea. Sul Recovery Plan, Draghi ha indicato che, come richiesto dall’UE, avrebbe tolto dalla bolletta elettrica tutte le spese non direttamente connesse all’energia, e questo accordo è ancora valido. Si dovrà tuttavia aspettare la prossima Legge di Bilancio per scoprire quale sarà il futuro della tassa per il servizio pubblico televisivo.