Posto di blocco, la tentazione di non fermarsi: cosa potrebbe succedere

Cosa accade se non decidiamo di non fermarci al posto di blocco delle forze dell’ordine? La premesse è che questo non costituisce reato.

Posto di blocco (foto Adobestock)
Posto di blocco (foto Adobestock)

Infatti non viene catalogato come resistenza a pubblico ufficiale e questo vale sia nel caso in cui non ci siano resi conto dell’indicazione allo stop sia che sia stato fatto per scelta volontaria.

Ovviamente non vale per tutti i casi, visto che la norma penale parla di resistenza a pubblico ufficiale nel caso in cui ci sia una condotta violenta o pericolosa per gli altri e non si configura, invece, quando il soggetto prosegua la sua marcia su strada senza adoperare comportamenti alla guida che possano creare situazioni al limite per gli altri.

Di fatto è anche legittima la condotta degli automobilisti che, accorgendosi della prossimità di un posto di blocco, decidano di cambiare direzione, sempre rispettando il codice della strada e senza creare intralcio alla circolazione stradale. Tutto ovviamente cambia nel caso in cui vengano messe in atto manovre azzardate o pericolose, come zigzagare, cambiare direzione, accelerare la velocità oltre i limiti: in questo caso si può venire incriminati per il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

Non fermarsi allo stop della polizia: ecco i rischi che si corrono

Posto di blocco (foto Adobestock)
Posto di blocco (foto Adobestock)

LEGGI ANCHE: Noleggio auto a lungo termine, quanto costa e perchè conviene

Tuttavia i cittadini non devono sentirsi autorizzati a non fermarsi quando le forze dell’ordine ordinano lo stop, visto che un comportamento del genere viene comunque catalogato come illecito e sanzionato dall’art. 1923 del Codice della Strada con una multa che può variare dagli 80 fino ai 318 euro e con l’aggiuntiva decurtazione di 3 punti sulla patente.

LEGGI ANCHE: Genitori costretti a pagare per i danni del figlio. Cosa stabilisce la legge

Addirittura la sanzione può arrivare a una cifra ancora più alta e ad ancora più punti. Infatti si rischia un’ammenda che varia tra i 1365 euro e i 5467 euro e un -10 sulla patente nel caso in cui l’automobilista decida di non fermarsi ad un vero e proprio posto di blocco attuato con dei mezzi. In questi casi come è possibile evitare una multa così pesante? Potrebbe essere invocata la causa di forza maggiore, che però deve essere dimostrata. In questo caso non può valere la classica scusa non pensavo indicasse me: conviene sempre fermarsi.