Italia divisa in due: Autostrada A1 chiusa per otto notti, incubo per chi viaggia

L’Italia sarà spaccata in due per otto notti a causa della chiusura dell’autostrada A1 per ben 8 notti a causa dei lavori su un elettrodotto. Pedaggi ridotti sulle autostrade

Saranno dunque nottate di passione per chi dovrà mettersi in viaggio tra nord  e sud e viceversa. I lavori, programmati da tempo, si svolgeranno tra Barberino del Mugello e Calenzano, in entrambe le direzioni e saranno divisi in tre fine settimana più altre due notti. Stiamo parlando del principale troncone autostradale italiano, quello più trafficato proprio perché connette la parte più industriale con il resto del paese. Inoltre si tratta della zona che è stata interessata per anni dalla famigerata “bretella“, che evita il pericoloso tratto appenninico tosco-emiliano fatto da curve.

Ci saranno dunque grossi disagi e code decisamente anomale per gli orari coinvolti e per questo sarà necessario prestare la massima attenzione. Questa chiusura partirà dal prossimo 24 settembre e si è resa necessaria per completare i lavori di Terna sull’elettrodotto Bargi-Calenzano. L’Aspi sottolinea come la chiusura si rende necessaria per la realizzazione della variante aerea dell’elettrodotto in località Carraia interferente con l’autostrada.

Chiusura dell’autostrada A1: blocco notturno dal 24 settembre all’11 ottobre

guida in autostrada

LEGGI ANCHE: Bollette dell’elettricità alle stelle, cosa vuol fare la Spagna per contenere i costi

La chiusura si rende necessaria per realizzazione della variante aerea dell’elettrodotto a 380 kV “Bargi – Calenzano”, n. 338 in loc. Carraia interferente con l’autostrada A1 Milano-Napoli alla progressiva Km 271+640 nel Comune di Calenzano in Provincia di Firenze.

Quanto alle date, lo stop notturno al transito di auto e camion verrà effettuato nelle due notti consecutive del 24 e 25 settembre (orario 22-6); dalle 22 del 26 settembre alle 5 del 27 settembre; nelle due notti consecutive dell’1 e del 2 ottobre (22-6); nelle due notti consecutive dell’8 e 9 ottobre (22-6); dalle 22 del 10 ottobre alle 5 dell’11 ottobre.

Per tentare di limitare gli ovvi problemi di circolazione sarà predisposta l’uscita obbligatoria al casello di Barberino per chi proviene da Bologna e la stessa stazione sarà chiusa in entrata verso Firenze; uscita obbligatoria anche a Calenzano per chi proviene da Firenze e la stessa stazione sarà chiusa in entrata verso Bologna.

LEGGI ANCHE: INPS e scuola, arriva il bonus di 1300 euro per gli studenti di medie e superiori

Nelle suddette notti sarà, di conseguenza, predisposta l’uscita obbligatoria alla stazione di Barberino di Mugello, per chi proviene da Bologna e la stessa stazione sarà chiusa in entrata verso Firenze; Uscita obbligatoria anche alla stazione di Calenzano, per chi proviene da Firenze e la stessa stazione sarà chiusa in entrata verso Bologna.

In alternativa, si consiglia di percorrere la SP8 Barberinese. E’ disponibile un ulteriore percorso, per le lunghe percorrenze e, in particolare per chi da Milano deve raggiungere Firenze e viceversa, esclusivamente su nastro autostradale: da Milano verso Firenze: sulla A1 Milano-Napoli, all’altezza del km 102+000 immettersi sulla A15 Parma-La Spezia, proseguire poi sulla A12 di competenza SALT verso Sarzana/Pisa e sulla A11 Firenze-Pisa nord, fino all’allacciamento con A1. Percorso inverso per chi da Firenze deve raggiungere Milano.