Lotteria degli scontrini, cosa succede se li smarrisci

La seconda estrazione della Lotteria degli scontrini sarà l’8 aprile. Ecco perché non è necessario conservare gli scontrini. 

No, per partecipare alla lotteria non bisogna conservare gli scontrini. La Lotteria prevede che per ogni euro di spesa si ha diritto a un biglietto virtuale, ma il pagamento per poter partecipare all’estrazione può essere solo elettronico. Inoltre, è necessario esibire il proprio codice lotteria. Queste sono le uniche due cose necessarie essere in possesso del proprio codice lotteria ed aver pagato con mezzi di pagamento tracciabili. Non ci sono altri adempimenti e non bisogna conservare tutti gli scontrini degli acquisti effettuati. Per riscuotere i premi bisogna dover provare di aver pagato secondo le modalità previste, ovvero mezzi di pagamento tracciabili: carte di credito; carte di debito; bancomat; carte prepagate; carte e app connesse a circuiti di pagamento privativi e a spendibilità limitata.

Leggi anche: Riforma del catasto, dal centro destra no secco alla patrimoniale sulla casa

Bisognerà quindi presentare l’estratto conto o un documento analogo, per dimostrare di aver pagato cashless. E’ possibile controllare i propri premi tramite l’area riservata del portale lotteria, dove è inoltre possibile indicare la propria PEC, per la notifica della vincita, il proprio indirizzo email e numero di telefono. Se lo scontrino che ci hanno rilasciato al momento dell’acquisto reca indicazione del nostro codice lotteria, vuol dire che questo è stato correttamente registrato e inoltrato all’Agenzia delle Entrate.

Leggi anche: Lavoratori senza green pass, è già stato deciso come multarli e sostituirli

L’iniziativa è partita il primo febbraio 2021 con la prima estrazione dei premi fatta l’11 marzo, per i primi venti vincitori tra chi acquistando e vendendo abbia prodotto scontrini elettronici dal primo al 28 febbraio 2021. Ogni secondo giovedì del mese si terranno le successive estrazioni della lotteria degli scontrini. I codici dei vincitori sono stati pubblicati sul sito dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli. La seconda sarà invece l’8 aprile. Pertanto, il primo aprile 2021 scade il termine entro cui adeguare i registratori al nuovo tracciato per la trasmissione dei corrispettivi. Dal 10 giugno le estrazioni diventeranno settimanali, sempre di giovedì, e riguarderanno i biglietti generati da acquisti fatti dal lunedì alla domenica della settimana precedente. L’estrazione annuale, che vale un premio da 5 milioni di euro per l’acquirente e 1 milione di euro per l’esercente si terrà a inizio 2022 e parteciperanno i biglietti generati dal primo febbraio al 21 dicembre 2021. La data esatta dell’estrazione sarà comunicata con provvedimento del Direttore Generale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli.