Rincaro carburanti, ecco i distributori economici per risparmiare sul pieno

In aumento i prezzi della benzina e del diesel, ormai alle stelle. Ecco come fare per sapere i distributori economici per risparmiare.

Il prezzo del metano e del diesel aumentato alle stelle. Una logica conseguenza, quella dell’impennata dei prezzi di metano e Gpl, derivante da un amento del gas naturale che in alcuni casi ha superato i 2 euro al kg. Benzina e gasolio, dal canto loro, stanno raggiungendo livelli altissimi ritornando a cifre che non si vedevano da anni. Gli effetti su benzina, gasolio e Gpl derivano anche dall’aumento del prezzo del petrolio, passato da 41 a 81 dollari al barile in un solo anno: da ottobre 2020 a novembre 2020.

Leggi anche: Bonus di 200 euro da usare alle terme, salta la prenotazione on line: cosa conviene fare per arrivare prima degli altri

I prezzi in rialzo della benzina fanno arrabbiare anche l’Assoutenti che ha presentato già un esposto all’Antitrust chiedendo di fare le opportune verifiche sugli aumenti per accertarsi che non vi siano speculazioni che abbiano aiutato a far crescere il prezzo alle pompe fino a 2 euro al chilo. Furio Truzzi, Presidente della Assoutenti, ha fatto presente che, al momento, un pieno per gli automobilisti costa il doppio rispetto agli inizi del 2021 in alcune zone del paese. Al problema dell’aumento delle materie prime sul mercato si aggiunge quello delle speculazioni da parte dei distributori.

Leggi anche: Impianto fotovoltaico, quanto riusciresti a risparmiare su acqua calda e riscaldamento

I prezzi

Secondo Quotidiano Energia, sulla base dei dati del Mise, il prezzo medio praticato per la benzina verde è di 1,827 euro/litro. I gestori tradizionali che praticano prezzi medi tra 1,765 e 1,899 euro/litro, mentre le pompe bianche no logo 1,724. Per quanto riguarda il Diesel, siamo sui 1,688 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie che praticano prezzi medi compresi tra 1,624 e 1,762 euro/litro e le pompe bianche 1,576. Sul fronte gas, il Gpl va da 0,724 a 0,745 euro/litro; il metano da 1,157 a 1,631 euro al kg. Per quanto riguarda gli impianti self-service, il prezzo medio della benzina si attesta a 1,691 euro al litro, con i principali marchi compresi tra 1,682 e 1,705 euro/litro e le pompe bianche a 1,676. Il prezzo medio praticato del diesel si colloca a 1,544 euro/litro, con le compagnie petrolifere posizionate tra 1,534 e 1,558 euro/litro e le pompe bianche a 1,526.

Leggi anche: Se hai un’arma in casa per difenderti dai ladri potresti essere arrestato, dice la legge italiana

Secondo l’elaborazione dell’Unione europea delle cooperative, Uecoop, basata su dati Mite, il diesel registra aumenti medi di oltre 7 euro per un pieno nell’ultima settimana. In Italia , il costo dei carburanti segue sempre in maniera rapidissima l’aumento del prezzo mondiale del petrolio, ma non arretra quando le quotazioni dell’oro nero scendono. La spesa media per il pieno di benzina è aumentata di ben 5,5 euro in appena una settimana. Sul sito del Mise, l’Osservaprezzi carburanti permette, inserendo regione, provincia e comune, di conoscere tutti i prezzi anche dal più basso al più alto. Parliamo di quelli della benzina self-servito, del Gpl, del gasolio, del metano, dell’L-GNC e del GNL.