Figli, pochi giorni ancora per non perdere 3 mila euro di aiuti

Mancano pochi giorni alla fine dell’anno, quando molti dei bonus legati ai figli, ora disponibili, verranno inglobati dall’assegno unico. Tra questi il sostanzioso bonus asilo nido, che può valere moltissimo.

 

C’è tempo fino al 31 dicembre 2021 per richiedere il bonus asilo.Il bonus consiste in un incentivo per coprire le spese sostenute nell’anno corrente e dà diritto al rimborso di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati, oltre che alle spese per l’assistenza presso la propria abitazione di bambini al di sotto dei 3 anni, affetti da gravi patologie croniche. Si tratta di una misura che, dal prossimo anno, sarà accorpata al bonus mamma domani e al bonus bebè nell’assegno unico. L’agevolazione è riconosciuta fino ad un importo massimo di 3.000 euro, sulla base del valore delll’ISEE.

Leggi anche: Controlli del Fisco, quali saranno le priorità del 2022

A partire dal 1° gennaio dello scorso anno, così come illustrato dalla circolare INPS n. 27 del 14 febbraio 2020 e per effetto delle novità introdotte dalla scorsa Legge di Bilancio, l’importo totale del contributo è stato rimodulato in tre diverse fasce in base all’ ISEE. In particolare, per le famiglie con Isee fino a 20.000 euro spetta un importo fino a 3.000 euro; per le famiglie con Isee fino a 40.000 euro, il bonus nido arriva fino a 2.500 euro; per le famiglie con Isee da 40.000 euro in su il bonus è di 1500 euro.

Leggi anche: Treni, paghi la metà se viaggiate in due

Il bonus è riconosciuto per i mesi di effettiva iscrizione del nido da parte del figlio e spetta anche per le forme di supporto domiciliare di bambini impossibilitati a frequentare il nido. Hanno diritto le famiglie che certificheranno la frequenza di tutti i 12 mesi dell’anno dell’asilo da parte del proprio figlio, anche adottato o affidato. La domanda di bonus nido 2021 è predisposta da parte dell’INPS ed è possibile utilizzare la domanda precompilata, messa a disposizione delle famiglie beneficiarie del contributo lo scorso anno.
La domanda va inoltrata tramite:

  • il servizio on line dedicato accessibile direttamente dal cittadino in possesso di un PIN INPS dispositivo, di una identità SPID o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per l’accesso ai servizi telematizzati dell’Istituto;
  • Contact Center multicanale – chiamando da telefono fisso il numero verde gratuito 803 164 o da telefono cellulare il numero 06 164164, a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico, se in possesso di PIN;
  • Patronati e intermediari dell’Istituto – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, anche se non in possesso di PIN.

Nella documentazione da inviare all’Inps per beneficiare del bonus nido 2021 dovranno essere contenute le seguenti informazioni:

  • la denominazione e la Partita Iva dell’asilo nido;
  • il CF del minore;
  • il mese di riferimento;
  • gli estremi del pagamento o quietanza di pagamento;
  • il nominativo del genitore che sostiene l’onere della retta.