INPS, 2 mila euro per gli studenti

Non è noto a tutti, ma anche l’INPS propone borse di studio per gli studenti universitari. I bandi per le ultime proposte dall’Ente Previdenziale sono appena uscite.

Sono usciti i bandi per le borse di studio dell’INPS indicate per gli studenti universitari. Le borse di studio valgono fino a 2.000 euro per alcune categorie di studenti. Le richieste saranno aperti a breve e saranno accessibili a tutti gli studenti maggiorenni figli, organi o affidati da almeno 6 mesi a iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, alla gestione dipendenti pubblici, alla gestione magistrale e al fondo ex Ipost. Le borse di studio erogate per l’anno di studio 2019/2020 sono di 2 tipologie:

  • 11.545 borse di studio da 2.000 euro per i corsi di laurea;
  • 485 borse di studio per i corsi universitari di specializzazione post lauream.

Leggi anche: Bollo non pagato, quanto può costarti davvero

Sono ammessi gli studenti delle seguenti tipologie di corso per le borse di studio:

  • Quella da 2.000 euro riguarda i corsi universitari di laurea triennale, laurea magistrale o a ciclo unico, di Conservatorio o Istituti Musicali parificati e Accademia di Belle Arti, o corrispondenti corsi di studio all’estero legalmente riconosciuti.
  • Quella da 1.000 euro riguarda invece i corsi universitari di specializzazione post lauream.

I requisiti per l’assegnazione delle borse di studio dell’INPS sono:

  • Età inferiore a 32 anni alla data di scadenza del bando;
  • Non aver fruito durante l’anno accademico 2019/2020 di altre misure analoghe erogate dall’INPS, dallo Stato o dagli Enti regionali di valore superiore al 50% del valore della borsa di studio;
  • Non essere vincitori del bando INPS Collegi Universitari;
  • Non aver già conseguito un titolo del medesimo livello di quello per il quale si concorre.

Inoltre è richiesto dal bando:

  • Non essere ripetenti o fuori corso dell’anno accademico 2019/2020;
  • Aver sostenuto tutti gli esami previsti dal piano di studio scelto;
  • Aver conseguito tutti i crediti previsti dagli ordinamenti dei rispettivi corsi;
  • Avere una media ponderata minima di 24/30;
  • Nel caso della borsa di studio per i corsi universitari di specializzazione post lauream, è necessario il possesso di un diploma di laurea con voto di almento 92/100.

Leggi anche: Controlli del Fisco, quali saranno le priorità del 2022

La domanda può essere presentata iscrivendosi alla banca dati almento 10 giorni prima della scadenza del bando di concorso tramite il modulo AS150 scaricato direttamente dal portale dell’INPS e seguendo le istruzioni per la sua consegna telematica o dal vivo. La domanda potrà poi essere inviata in via telematica tramite il portale dell’INPS, accessibile tramite Cie, SPID o Cns, dalle 12 del 20 gennaio 2022 fino alle 12 del 21 febbraio 2022.