Superbonus, attenzione alla data del 31 dicembre: rischi di perdere tutto

Se hai usufruito del Superbonus 110, fai attenzione a questa data: 31 dicembre 2021. Rischi di perdere tutto

superbonus_missionerisparmio.it_21-12-2021
(foto: Pixabay)

Il Superbonus 110 è sulla bocca di tutti, basta dare uno sguardo ai numerosi punteggi installati sulle facciate di molti palazzi. Il contribuente che decide di usufruirne dovrà fare richiesta ai tecnici incaricati di verificare i requisiti tecnici per effettuare i lavori.

Chi ha iniziato i lavori deve fare molta attenzione alla data del 31 dicembre. Entro questa data, infatti, i lavori dovranno essere ultimati, o comunque devono aver raggiunto uno stato di avanzamento pari al 30%.

Superbonus 110, entro il 31 dicembre i lavori dovranno essere terminati

Il Superbonus 110 ha incentivato numerosi lavori di efficientamento delle abitazioni. È una misura che, in alcuni casi, prevede che taluni interventi possano essere svolti anche a costo zero. Una vera e propria occasione, quindi, per modernizzare le abitazioni.

LEGGI ANCHE –> GIRANO MONETE DA 2 EURO FALSE, ECCO COME RICONOSCERLE SUBITO

Ma chi ha deciso di usufruire del bonus, deve stare attento alla data del 31 dicembre 2021. In particolare, quei contribuenti che vogliono usufruire dello sconto in fattura/cessione del credito, dovrà terminare i lavori entro quella data. In alternativa, i lavori dovranno raggiungere un avanzamento almeno del 30%.

Si tratta del SAL (Stato Avanzamento Lavori). Si tratta di un atto contabile necessario al pagamento delle rate di acconto, che sintetizza le lavorazioni e le somministrazioni realizzate dal momento dell’inizio dell’appalto fino all’emissione.

Per usufruire del bonus bisogna rispettare diversi adempimenti. È necessario, infatti, chiedere il parere dei tecnici incaricati, che dovranno concedere l’asseverazione per l’inizio dei lavori. Con quest’ultima si attesta, infatti, il rispetto della congruità delle spese sostenute e il rispetto dei requisiti tecnici.

superbonus_missionerisparmio.it_21-12-2021
(foto: Pixabay)

La norma dice che le asseverazioni devono essere ottenute entro il 31 dicembre. Tuttavia, è possibile ottenerle anche dopo questa data di scadenza. Questa dovrà essere trasmessa all’Enea, entro 90 giorni dalla fine dei lavori, oppure in caso di lavori conclusi.

Il decreto asseverazioni, infatti, afferma che “L’asseverazione può avere ad oggetto gli interventi conclusi o uno stato di avanzamento delle opere per la loro realizzazione”.

LEGGI ANCHE –> BONUS TV, ARRIVANO ALTRI SOLDI

In conclusione, chi vuole usufruire dello sconto in fattura/cessione del credito, dovrà comunicare all’Agenzia delle entrate entro il 16 marzo 2022. Dovrà essere inviata comunque entro il quinto giorno lavorativo successivo al rilascio da parte dell’ENEA della ricevuta che attesta l’avvenuta trasmissione dell’asseverazione.