Come risparmiare acqua ( e perché è importante non sprecarla)

L’acqua è un bene prezioso ed è importante preservarla. Ecco qualche consiglio per risparmiare e non sprecarla nella vita di tutti i giorni.

L’acqua è un bene prezioso ed anche parte integrante delle nostre vite e giornate. Si stima che un italiano ne consumi circa 428 litri al giorno. Perché è importante risparmiare e ridurne il consumo – spesso superfluo? In primis, risparmiare acqua si ripercuote positivamente sul budget familiare. In secundis, la risorsa si sta esaurendo: risparmiare, quindi, può aiutarci ad agire nel bene del pianeta e delle generazioni future. Non a caso, l’acqua è chiamata “oro blu”, proprio ad enfatizzarne il valore economico, sociale e per la salute. Eppure, se i più fortunati possono usufruirne senza tanti problemi, ci sono parti del mondo in cui l’acqua non solo è un bene da preservare; ma talvolta scarseggia e manca. Senza acqua, si sa, non c’è vita.

Leggi anche: Superbonus 110% prorogato al 2023, tutte le novità

Nel mondo, più di 1 miliardo di persone non arriva a disporre di 20-50 litri di acqua pulita al giorno, la quantità minima necessaria per soddisfare i bisogni primari, come bere, cucinare e lavarsi. A dirlo, i dati dell’ONU, l’Organizzazione delle Nazioni Unite. Nello specifico, l’acqua che consuma un Italiano copre il diritto di 8 persone ad avere accesso a questa risorsa. Il 48% di acqua che sprechiamo è acqua dispersa, cioè che non arriva alle case degli Italiani per anormalità della rete idrica. Ne restano comunque 220 litri: tolti i 50-60 necessari per vivere, si tratta di circa 160-170 litri che sprechiamo ogni giorno.

Leggi anche: Cashback, in arrivo provvedimenti per i furbetti del rimborso

Come evitare sprechi? 

Una prima cosa da fare per evitare sprechi è modificare le nostre abitudini di vita. Ad esempio, un ottimo consiglio che vi sarà stato detto e ridetto consiste nel chiudere l’acqua mentre ci si lava i denti. Il rubinetto va sempre chiuso, mentre ci si lava i denti; ma anche quando ci si insapona sotto la doccia o si distribuisce lo shampoo sui capelli. Inoltre, è sempre meglio fare la doccia che il bagno nella vasca ( si stima un risparmio di 1200 litri di acqua). Anche nel caso della doccia, tuttavia, evitare di far scorrere continuamente acqua a vuoto. 

Altri piccoli accorgimenti possono riguardare l’uso dello sciacquone, da utilizzare solo quando è necessario. Inoltre, se si ha a disposizione una cassetta con il doppio pulsante, meglio utilizzare quello piccolo. Inoltre, anche se per molti inaspettato, l’uso di elettrodomestici può aiutare a risparmiare acqua e a ridurre gli sprechi, in quanto progettati con sistemi di riciclo e ottimizzazione dei consumi. Sì, quindi, a lavatrici e a lavastoviglie, chiaramente in senso moderato.

Altri consigli

  • Installare rubinetti areati: consentono di risparmiare acqua mantenendo la stessa pressione e dimezzando i consumi.
  • Riparare i rubinetti che gocciolano.
  • Utilizzare l’acqua del deumidificatore o del condizionatore per il ferro da stiro.
  • Sostituire i vecchi elettrodomestici con modelli “Energy star”.
  • Scongelare gli alimenti all’aria o in una bacinella, invece di lasciarli sotto l’acqua corrente.
  • Riutilizzare l’acqua tolta dalla vasca dei pesci: questa, essendo ricca di sostanze fertilizzanti, può essere usata per annaffiare le piante in quanto è ricca di sostanze fertilizzanti, oltre a risparmiare acqua vedrete il vostro giardino crescere rigoglioso come non mai.
  • Coprire la piscina quando non la si utilizza: in questo modo, si rallenta l’evaporazione e si risparmiano da 1000 a 4000 litri d’acqua al mese in base alla zona climatica e alla grandezza della vasca.
  • Controllare regolarmente il contatore: permette di monitorare i propri consumi.