Busta paga, tutti gli aumenti del mese di luglio: ecco a chi spettano

Novità in arrivo per alcune categorie di lavoratori dipendenti che vedranno un aumento in busta paga a partire da luglio.

Importanti novità sono in arrivo per alcune categorie di lavoratori dipendenti che vedranno un aumento in busta paga a partire da luglio. L’aumento riguarda alcune categorie specifiche: corrieri, metalmeccanici, grafici, autotrasportatori e lavoratori della Pubblica amministrazione dopo il rinnovo dei CCNL. Lo scorso anno, il taglio del cuneo fiscale è andato a beneficio di 16 milioni di persone, grazie alla Legge di Bilancio. Grazie alla maggiorazione degli assegni familiari, al bonus Irpef e al rimborso Irpef molte altre categorie potranno vedere un aumento in busta paga.

Leggi anche: Pensione su conto corrente cointestato, le regole dell’Inps

La manovra del taglio al cuneo fiscale ha interessato quasi 16 milioni di lavoratori, 4,3 in più rispetto a quelli coinvolti dall’introduzione di 80 euro in busta paga, voluta dal governo Renzi che erano 11,7 milioni. Gli importi della retribuzione netta cambiano  ma solo per i lavoratori che rientrano in determinati requisiti. L’aumento riguarda in particolare i lavoratori con contratto di lavoro dipendente, nel settore pubblico o privato, che hanno diritto agli assegni familiari e che hanno già presentato la dichiarazione dei redditi 2020. L’aumento riguarda coloro che percepiscono redditi fino ad un massimo di 40mila euro annui. Vediamo quindi gli aumenti categoria per categoria.

Leggi anche: Conto corrente, stop ai prelievi agli Atm di Ing: ecco cosa cambia dal 1 luglio

Corrieri 

L’aumento totale previsto in busta paga per questa categoria è di 106 euro, stanziata con un meccanismo a scaglioni. L’aumento a partire da giugno 2021, quindi praticamente da ora, è di 23 euro extra in busta paga. Gli aumenti partiranno con i prossimi anni: 25 euro aggiuntivi a giugno 2022, altri 25 euro aggiuntivi a giugno 2023 ed infine 33 euro aggiuntivi a giugno 2024.

Autotrasportatori

L’aumento per questi soggetti non potrà che essere il medesimo di quanto visto in precedenza: 23 euro quest’anno, 25 il prossimo ed il successivo ed infine 33 all’ultimo anno d’aumento, cioè il 2024.

Metalmeccanici

Per quanto riguarda i metalmeccanici, il CCNL è stato aggiornato . Il cambiamento varia in base alle categorie di retribuzione: la vecchia categoria di livello 1, la più bassa, e quella di livello 2 confluiranno in un’unica categoria che si chiamerà D1. L’aumento di retribuzione per chi farà parte della nuova categoria di livello D1 è piuttosto importante: 158 euro che saranno ricevuti già a partire dal mese di giugno 2021.

Grafici

Anche per i lavoratori nella grafica ed editoria ci sono importanti novità in arrivo: è stato previsto un extra di ben 300 euro così suddivisi: 200 euro aggiuntivi nella busta paga di giugno 2021 ed altri 100 aggiuntivi un anno dopo, nella busta paga di giugno 2022. Il bonus è erogato come “una tantum” e non concorre ai redditi su cui si calcola l’Irpef e non è considerata neanche per il calcolo della retribuzione ai fini del Trattamento di Fine Rapporto.