Lotteria degli scontrini come il Cashback? Ecco a cosa pensa Mario Draghi

Secondo quanto anticipato da Il Corriere della Sera, anche la Lotteria degli scontrini potrebbe essere bloccata come il cashback.

La lotteria degli scontrini potrebbe finire come il cashback. La misura tanto voluta da Giuseppe Conte è stata messa in pausa dal Governo Draghi per i prossimi sei mesi ma non è escluso un suo blocco definitivo. Anche la lotteria degli scontrini potrebbe essere bloccata dal momento che Palazzo Chigi – anticipa il Corriere della Sera – la riterrebbe inutile e poco efficace.

Leggi anche: Bonus acqua: cos’è, chi ne ha diritto e come richiederlo

Al momento è solo un’ipotesi, ma considerando il suo avvio parallelamente al cashback non si esclude che anche la fine possa essere la medesima. Secondo le fonti, la lotteria degli scontrini potrebbe saltare già da luglio, così da risparmiare le risorse stanziate che potrebbero essere destinate ad un uso differente. La lotteria ha un costo di 2,5 miliardi di euro l’anno, circa 208 milioni al mese.

Cos’è la Lotteria degli scontrini 

La Lotteria degli scontrini è stato pensato come metodo di contrasto all’evasione fiscale, che punta a stimolare l’adempimento degli obblighi Iva e ad incentivare i consumatori a preferire mezzi di pagamento tracciabili più che contanti. La partecipazione è facoltativa e concorre alle estrazioni chi comunica il codice lotteria al commerciante. Possono partecipare alla lotteria degli scontrini tutte le persone fisiche maggiorenni residenti in Italia che effettuano acquisti di beni o servizi, fuori dall’esercizio di attività di impresa, arte o professione. Il consumatore, al momento dell’emissione dello scontrino, dovrà comunicare al venditore il proprio codice lotteria, così da poter partecipare all’estrazione dei premi mensili ed annuali previsti.

Leggi anche: Bonus dell’INPS: pioggia di soldi a chi lo richiede | Ecco come fare

Il codice finisce così nei dati che il titolare di P.Iva dovrà trasmettere all’Agenzia delle Entrate che a sua volta fornirà il quale al momento dell’emissione dello scontrino dovrà fornire al rivenditore del bene o al professionista il proprio codice lotteria per poter partecipare all’estrazione dei premi mensili ed annuali previsti. Il secondo filone della Lotteria è partito il 10 giugno 2021 e il giovedì di ciascuna settimana vengono estratti a sorte 15 premi da 25.000 euro per chi compra e 5.000 euro per chi vende, accanto ad ulteriori 25 premi da 10.000 euro e 2.000 euro. Dal secondo giovedì del mese sono assegnati i premi mensili.

Partecipano alla lotteria di Stato le spese pagate con carte, bancomat ed altri mezzi tracciabili, per le quali è possibile richiedere l’acquisizione del codice lotteria, primo passo per partecipare alle estrazioni dei premi in palio