800 dall’Inps prima della fine del 2021, ultimi mesi per il bonus mamma

Ultimi mesi per richiedere il bonus mamma, l’incentivo erogato dall’Inps dal valore massimo di 800 euro. Ecco di cosa si tratta. 

Il bonus mamma domani è un incentivo che viene corrisposto alle future mamme che ha visto la luce nel 2017 in seguito alla Legge di Bilancio di quell’anno. Anche per il 2021 il bonus è stato previsto anche se, a partire dal 2022, sarà inglobato nell’assegno unico che dallo scorso 1 luglio, è erogato solo alle famiglie con minori che non beneficiano degli assegni per il nucleo familiare. Il beneficio è pari ad un importo di 800 euro e può essere richiesto senza limiti di reddito e di Isee. Il beneficio viene erogato in un’unica soluzione per ogni evento che prevede l’erogazione del bonus in relazione a ogni figlio nato, adottato o affidato.

Leggi anche: Farmaci, come risparmiare fino al 50 % acquistando lo stesso prodotto

L’incentivo è riconosciuto in caso di nascita, di adozione nazionale o internazionale del minore e di affidamento preadottivo. Infatti, la legge stabilisce che la prestazione è rivolta alle donne in gravidanza o alle madri per alcuni eventi se questi si sono verificati dal 1° gennaio 2017 fino alla fine del 2021. Gli eventi possono essere:

  • compimento del settimo mese di gravidanza;
  • parto, anche se antecedente all’inizio dell’ottavo mese di gravidanza;
  • adozione nazionale o internazionale del minore, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge 4 maggio 1983, n. 184;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, c. 6, l. 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34, l. 184/1983.

Leggi anche: Frigorifero, l’elettrodomestico che pesa di più in bolletta: come evitare il salasso

Come fare domanda

Per il 2021, è possibile fare domanda ogni mese, per nascite e adozioni avvenute dal 1 gennaio al 31 dicembre 2021. La domanda deve essere presentata all’INPS tramite una delle seguenti modalità:

  • servizi telematici accessibili direttamente dalla richiedente, attraverso il servizio dedicato;
  • Contact Center (numero 803 164, gratuito da rete fissa, oppure 06 164 164 da rete mobile);
  • enti di patronato, tramite i servizi telematici offerti dagli stessi.

Ricordiamo che l’importo sarà versato in un’unica soluzione , attraverso le seguenti modalità:

  • accredito su conto corrente bancario/postale
  • bonifico domiciliato presso un ufficio postale (solo in questo caso l’IBAN non è richiesto)
  • libretto postale
  • carta prepagata con IBAN
  • conto corrente estero dell’Area SEPA