Bonus INPS da chiedere entro il 30 settembre, i requisiti per averlo

E’ possibile fare richiesta per il bonus da 1.600 euro destinato ai lavoratori stagionali, gli autonomi e quelli dello spettacolo oltre al personale che lavora nel settore turistico e negli stabilimenti termali entro il 30 settembre.

Mancano pochi giorni per richiedere il bonus Inps dal valore di 1600 euro, destinato ad alcune categorie di lavoratori maggiormente colpiti dalla crisi innescata dal Covid 19. La domanda può essere inoltrata entro il 30 settembre 2021. Per usufruire del bonus, è necessario averr cessato l’attività lavorativa tra il 1° gennaio 2019 ed il 26 maggio 2021 per i lavoratori del settore turistico e fieristico. La Naspi deve essere cessata entro la data del 26 maggio e dal 27 maggio in poi non si deve essere stati lavoratori subordinati.

Leggi anche: Dazn ti ha stancato? Ecco la procedura corretta per chiedere il rimborso

I lavoratori stagionali devono ugualmente rispettare i requisiti di cui sopra. Non si può ricevere la pensione dovuta ad un rapporto di lavoro “subordinato a tempo indeterminato, ad eccezione del rapporto di lavoro di tipo intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità”. Per poter ottenere il bonus bisogna mostrare di aver firmato contratti di lavoro autonomo ma occasionale nel periodo 2019-2021, senza partita Iva. Inoltre, non bisogna essere iscritti ad altre “forme previdenziali obbligatorie”.

Leggi anche: Lotteria degli scontrini, cosa succede se li smarrisci

Chi lavora nel mondo dello spettacolo dovrà avere maturato almeno 30 contributi versati al fondo previdenziale Inps dello spettacolo tra il 1° gennaio 2019 e il 26 maggio 2021 e non avere un reddito superiore a 75mila euro per il 2019Anche per questa categoria di lavoratori vale quanto scritto sopra: niente pensione al 27 maggio 2021 né contratti di lavoro a tempo indeterminato. Coloro i quali, invece, fanno parte delle vendite a domicilio, devono aver maturato un reddito non superiore alle 5mila euro per l’anno 2019 e possedere una partita Iva con iscrizione alla Gestione Separata dell’Inps alla data del 26 maggio 2021.

Leggi anche: Pensioni, 203 nuovi lavori usuranti: anche i bidelli ed i macellai potranno smettere di lavorare prima degli altri

Per tutti, non sarà possibile fare domanda se già si ricevono indennità come quelle erogate ai lavoratori agricoli, ai pescatori autonomi ed a quelli domestici e coloro che percepiscono il Reddito di emergenza o che lo hanno percepito durante il 2021. Chi ha già ricevuto l’indennizzo previsto nel Dl Sostegni percepirà 1.600 euro senza dover compilare un’altra domanda. Chi invece non ha mai ricevuto l’indennità dovrà fare domanda entro le 23.59 del 30 settembre 2021 sul sito dell’Inps e seguire le istruzioni.