31 dicembre, tutti i soldi che stai perdendo

Il 31 dicembre sarà la data di scadenza per un numero impressionante di bonus e agevolazioni. Se non volete perdere delle occasioni uniche dovete muovervi a fare domanda.

Al momento del passaggio al nuovo anno saranno tantissimi i bonus, le agevolazioni e gli aiuti di Stato a smettere di esistere. Se infatti la nuova Legge di Bilancio, attesa per la fine dell’anno, ha già cominciato a confermare molti dei bonus che abbiamo imparato a conoscere nel 2021, è anche vero che molti altri verranno smantellati ad anno nuovo. Quei bonus, però, che sono stati richiesti entro la data di scadenza del 31 dicembre 2021, possono essere sfruttati anche nel 2022, quindi se vedete in uno di questi bonus o aiuti un’occasione, conviene che la prendiate al volo.

Leggi anche: Superbonus 2022, buone notizie: tolto anche il limite sulla prima casa

In primo luogo scade la detrazione Irpef al 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe A+ e superiore, in scadenza proprio il 31 dicembre 2021. Consideranto che se ne sta ancora parlando all’interno delle istituzioni, è plausibile che il bonus risulterà modificato nel 2022, sempre che sia confermato, in primo luogo. La previsione più probabile è che venga messo un tetto di spesa massima a 5.000 euro. Un altro importante bonus che scomprirà nel 2022 è il Bonus Idrico. Si tratta di un bonus di sconto sulle spese di acquisto e installazione di impianti idrici come i sifoni della doccia o i lavandini entro un certo range di risparmio idrico. Le spese ammesse per l’utilizzo del bonus idrico sono quelle fino al 31 dicembre, quindi tutte le spese sostenute successivamente a quella data non potranno accedere al bonus, e quindi allo sconto.

Leggi anche: 1800 euro per rifare il terrazzo: il bonus di cui hanno parlato pochissimo

Al limite anche il bonus vacanze, che andava richiesto entro il 31 dicembre 2020 mentre può essere speso per soggiorni pagati entro il 31 dicembre 2021. La misura non sarà rinnovata nel 2022. Si tratta di un voucher fino a 500 euro spendibile per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast in Italia o per pagare i servizi offerti da agenzie di viaggi e tour operator solo in ambito nazionale. Il Bonus può essere richiesto dalle famiglie con reddito fino a 40.000 euro, calcolato in base alla Dichiarazione sostitutiva unica (DSU). L’entità del voucher dipende però dalla grandezza del nucleo familiare. Scade il 31 dicembre 2021 anche il bonus mamma domani, ossia l’assegno unico di 800 euro erogato per la nascita o l’adozione di un minore e il bonus asilo nido.