Bonus edilizi, in alcuni casi puoi cumularli, dice l’Agenzia delle Entrate

I bonus edilizi sono stati erogati in questi mesi per supportare le esigenze delle famiglie dopo e durante la pandemia 

E’ possibile beneficiare di più aiuti per la stessa casa e nello stesso periodo di imposta? A rispondere è stata l’Agenzia delle Entrate con risposta numero 769 pubblicata il 10 novembre 2021. Il quesito è stato posto da una società che svolge l’attività di costruzione, ristrutturazione, gestione e vendita di beni immobili e che possiede, tra gli altri, un edificio, composto da diverse unità immobiliari, oggetto di un corposo intervento di ristrutturazione edilizia. I lavori riguarderanno principalmente la demolizione interna e la ristrutturazione delle varie unità con opere murarie e l’installazione di pareti in cartongesso, il rifacimento degli impianti elettrico e idrico-sanitario, la realizzazione del cappotto per l’isolamento termico delle pareti, la sostituzione dei serramenti e degli impianti di riscaldamento, l’installazione di pannelli solari. Gli immobili presenti nell’abitazione sono accatastati come “beni merce”.

Leggi anche: In pensione a 62 anni, il tuo assegno rischia un taglio pesantissimo

L’impresa vorrebbe beneficiare di due agevolazioni: l’Ecobonus e il Bonus Ristrutturazione. Se l’Ecobonus è destinato a immobili di qualsiasi categoria catastale, il Bonus Ristrutturazioni si può richiedere solo per immobili ad uso residenziale. Oltre ai lavori di ristrutturazione totali, all’interno dell’edificio si vorrebbero anche eseguire interventi per l’efficientamento energetico, ovvero la sostituzione degli impianti di climatizzazione, nuovi infissi, coibentazione e installazione di pannelli fotovoltaici.

Leggi anche: Risparmio dell’energia elettrica in casa, alcune cose a cui non avevi pensato

Secondo quanto dichiarato dall’Agenzia delle Entrate, è possibile usufruire del Bonus Ristrutturazioni e anche dell’Ecobonus per quanto riguarda i lavori di efficientamento energetico dell’edificio. Infatti, le spese si riferiscono a diversi tipi di lavori, si applicano in modi differenti e per tetti di spesa distinti. Pertanto le agevolazioni sono cumulabili tra di loro.

Interventi con superbonus

Il Superbonus spetta in caso di interventi di isolamento termico sugli involucri; sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni; sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti; interventi antisismici: la detrazione già prevista dal Sismabonus è elevata al 110% per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021; interventi aggiuntivi o trainati; spese per interventi eseguiti insieme ad almeno uno degli interventi principali di isolamento termico, di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale o di riduzione del rischio sismico come interventi di efficientamento energetico, installazione di impianti solari fotovoltaici, infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, interventi di eliminazione delle barriere architettoniche (16-bis, lettera e) del TUIR).